Chiesa spiega l’esultanza: motivazione incredibile

La Juventus batte il Friburgo anche al ritorno e stacca il pass per i quarti di finale di Europa League: oggi conoscerà il nome del prossimo avversario

Chiesa esultanza Friburgo
Federico Chiesa, esterno della Juventus (foto dal profilo ufficiale Instagram del calciatore)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Missione compiuta per la Juventus. I bianconeri superano l’ostacolo Friburgo anche al ritorno e staccano il pass per i quarti di finale di Europa League. Un gol per tempo per la squadra di Allegri che ha liquidato i tedeschi con un 2-0: in rete Dusan Vlahovic (su rigore) e Federico Chiesa nel finale di partita. Oggi la Juve conoscerà il nome del prossimo avversario che uscirà dall’urna di Nyon.

Chiesa e la sua esultanza: “Dovevo chiedere scusa ai tifosi”

Fantacalcio indisponibili Serie A 10 giornata
Federico Chiesa (Fabio Frustaci – Ansa)

Il match per i bianconeri è andato in discesa verso la fine del primo tempo quando un tiro di Gatti è stato ribattuto di mano in area da Gulde: calcio di rigore e secondo giallo per il difensore. Il penalty trasformato da Vlahovic ha poi messo la partita e la qualificazione in totale discesa. Fondamentale il gol per il serbo: la rete gli mancava da oltre un mese. Altro segnale di rilievo è anche il ritorno in campo di Federico Chiesa dopo che proprio una settimana fa aveva nel match d’andata aveva accusato un fastidio al ginocchio. L’esterno azzurro ha impreziosito la sua prestazione con il gol del 2-0.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fantacalcio, 5 portieri da schierare per la 27ª giornata di Serie A

Il numero 7 ha poi spiegato al termine della partita la sua esultanza, con le mani giunte, sotto il settore riservato ai tifosi bianconeri: “Io ci voglio essere, voglio dare una mano alla squadra e alla società per quanto mi ha dato, ma purtroppo negli ultimi due anni non ci sono riuscito e anche adesso non sono al massimo: a gennaio ero partito bene ma ho avuto un problema all’adduttore e ora al ginocchio. Mi dispiace perché vorrei dare il massimo ogni partita, sto lavorando duro, e le mie scuse sono sentite perché voglio giocare e regalare gioia ai miei tifosi”.

 

Impostazioni privacy