Serie A Juventus | Nazionali bloccati, la situazione

Serie A, la Juventus ha bloccato a Torino tutti i suoi nazionali che per ora non possono rispondere alla chiamata. Quali saranno i primi a partire?

Serie A | Raduno Juventus: scatta l'era Pirlo tra selfie e mascherine - FOTO
Juventus, nazionali ancora fermo a Torino (Getty Images)

Juventus in bolla, tutti i nazionali bloccati a Torino: è questo uno degli effetti più concreti dei nuovi casi di positività registrati anche nel club bianconero lo scorso fine settimana. Come aveva spiegato ieri sera il dottor Luca Stefanini, responsabile medcico del club, tutto il gruppo è ‘in bolla’ al J Hotel al fianco dell’Allianz Stadium in attesa dei nuovi tamponi.

L’auto isolamento doveva durare, come da protocollo, fino al via libera dopo i nuovi accertamenti e così sarà. Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci almeno fino a questa sera non lasceranno Torino per raggungere Coverciano e Mancini se ne farà una ragione. Ma intanto c’è invece chi per motivi diversi ha scelto un percorso alternativo. Come spiega gazzetta.it sono Cristiano Ronaldo, Dybala, Bentancur e Danilo ma anche Buffomn e Demiral.

Paulo Dybala vola in Argentina (Getty Images)

Gigi Buffon in particolare ha preferito aspettare il nuovo tampone, tra domani e mercoledì, a casa sua. Gli altri invece hanno la convocazione in  nazionale a cui rispondere e per alcuni di loro è complicato: Dybala, Bentancur, Danilo e Cuadrado devono volare dall’ìaltra parte del momndo e non  possono perdere l’aereo. Perché possono farlo? A loro rischio e pericolo, perché la società ha l’obbligo di ricordare come devono comportarsi ma se le federaziokni di appartenenza si assumono la responsabilità il club  lascia stare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Serie A | La presentazione della 2a giornata: il programma
Cr7 oper ora è rimasto a Torino (Getty Images)

Più facile lo spostamento dei nazionali che rimarranno in Europa. Come Cristiano Ronaldo che è atteso in Portogallo, ma in mattinataa ha postato una foto dalla sua villa sulla collina torinese. Al momento CR7 non è ancora partito e non è chiaro quando si muoverà.

Stesso discorso per Adrien Rabiot che è convocato dalla nazionale francese. A Spiegare la situazione è stato il ct dei Bleus, Didier Deschamps. Il centrocampista ha avuto contatti con persone positive nei giorni scorsi, quindi deve rispettare il protocollo sanitario delle autorità italiane. Quindi isolamento di 5 giorni e due tamponi che devomno essere negativi. “Giovedì si unirà a noi e quindi i mercoledì non potrà giocare contro l’Ucraina ma ci sarà per i prossimi due incontri”.

Impostazioni privacy