Juventus – Napoli, Agnelli: “Io preferisco vincere sul campo”

Le parole del presidente della Juventus Andrea Agnelli sulla partita saltata contro il Napoli, che avrebbe dovuto chiudere la terza giornata di campionato di Serie A.

Andrea Agnelli parla del caso Juventus-Napoli
(Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

La serata di oggi è il giusto epilogo di una storia surreale che vede protagonisti il Napoli, atteso a Torino per il posticipo della domenica sera contro la Juventus, valevole per la terza giornata di campionato. Il Napoli sconvolto dalle notizie di casi positivi del Genoa, ultima avversaria dei partenopei, e sopratutto dopo i suoi due casi di positività ha probabilmente forzato la mano per la sospensione della partita.

L’interpretazione della circolare Als di competenza per la quale secondo il Napoli non ha potuto raggiungere Torino, in realtà sarebbe stata interpretata in maniera strumentale, perchè sarebbe subordinata alla direttiva per la quale per i calciatori in regime di isolamento fiduciario, possono continuare la loro attività.

Le parole rilasciate a SkySport dal Presidente della Juventus Andrea Agnelli

“Sono qua oggi perché credo che sia giusto e doveroso avere un opinione, parliamo di argomenti tecnici quindi ho qui con me Luca Stefanini che il nostro responsabile sanitario. Credo che ciò che sia indispensabile è fare un minimo di chiarezza perché abbiamo dei protocolli che sono molto chiari, nelle situazioni come quelle che stiamo vivendo era anche prevedibile che sarebbe successo, quindi che cosa succede nel caso in cui si abbia all’interno del famoso gruppo squadra un caso di positività?

In questo caso si applica il protocollo della FIGC, per quanto riguarda le partite in Italia, che rimanda ad una circolare del Ministero della Sanità che è stata approvata dal GTS. Quindi si sa esattamente cosa si deve fare: si deve andare in isolamento fiduciario perché se hanno avuto dei contatti con un caso di positività di covid. Nel caso si va in isolamento fiduciario presso una struttura che viene concordata con l’ASL, nel nostro caso il centro tecnico.

Così facendo questo ci permette di continuare a giocare le partite, quindi noi oggi avremmo giocato col Napoli. Se fosse stata una settimana di competizioni del mercoledì avremmo giocato sicuramente in Europa e domenica una nuova gara di campionato. Quindi molta chiarezza è stato un lavoro molto importante è stato svolto dalla federazione con il ministero della salute è la salute sentito il CTS si sa cosa succede e quindi da questo punto di vista esattamente quello che abbiamo fatto ieri: ho saputo della positività di due individui del gruppo squadra abbiamo immediatamente richiamato tutto il gruppo squadra e ci siamo isolati per metterci in bolla e quindi permetterci di venire questa sera a giocare la partita”.

“Presidente, Ci sono stati contatti tra lei e il presidente del Napoli De Laurentiis prima della notizia della mancata partenza del Napoli per la trasferta?” Agnelli risponde: “Mi ha scritto un messaggio chiedendomi la sospensione della partita, gli ho risposto che la Juventus come sei sempre si attiene ai regolamenti. Questa è stata la comunicazione tra me e lui”

“Presidente -chiede Piccinini – visto il suo amore per il calcio, non le dispiace vincere la partita a tavolino?” “Io preferisco vincere sul campo sempre, questo è evidente”, conclude Agnelli

Impostazioni privacy