Pirlo: “Juventus-Napoli si gioca. Calciomercato? Vedremo lunedì”

Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa alle porte della partita tra Juventus e Napoli. L’allenatore bianconero presenta tutti gli interpreti in attacco, ma anche le possibili mosse sul mercato a due giorni dal gong finale. Ecco le sue dichiarazioni riportate da SkySport.

Andrea Pirlo è sembrato abbastanza tranquillo alle porte del big match contro il Napoli. L’allenatore della Juventus, dopo le tante critiche post-Roma, ribadisce la necessità di fare esperimenti. Poi però parla anche delle differenze con Gattuso, prima come giocatori e ora da allenatori. I temi più interessanti risultano certamente le gerarchie in attacco e le possibili indicazioni di fine mercato.

Pirlo Juventus Napoli (Getty Images)
Pirlo prima di Juventus Napoli (Getty Images)

Pirlo e Juventus verso il Napoli, ma con un occhio al mercato

Pirlo Juventus Napoli (Getty Images)
Andrea Pirlo, prima sfida a Gattuso (Getty Images)

Pirlo inizia commentando la situazione Covid-19 in casa Napoli: “Non penso ci siano problemi per giocare domani. Saremo pronti come sempre, non ci ha influenzato la situazione. Abbiamo preparato la partita: saremo pronti per giocarla domani sera”. Il tecnico si concentra poi sulle possibile operazioni di fine mercato: “Se arriverà qualcuno lo scopriremo solo lunedì sera. Se ne sta occupando Fabio Paratici; abbiamo le idee chiare in società. Khedira, De Sciglio e Douglas Costa si stanno allenando come tutti i loro compagni di squadra. In questo momento sono a disposizione per giocare”. 

Tutta la potenza di fuoco della Juventus: da Ronaldo a Morata e Dybala

Pirlo Juventus Napoli (Getty Images)
Pirlo Juventus Napoli (Getty Images)

L’allenatore della Juventus commenta l’avvio di stagione di Cristiano Ronaldo: “Cristiano è il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene in allenamento. Il suo spirito è fondamentale per noi. Ha iniziato bene la stagione, sono contento. Ha grande entusiasmo, non so se è un caso che abbia iniziato così la stagione ma spero arrivi così fino alla fine. Basta vedere anche come correva a Roma in 10, è un esempio per tutti”.

L’ex centrocampista parla delle condizioni di Dybala: “Paulo recuperava da un infortunio e dopo due mesi di totale assenza anche dai campi di allenamento aveva bisogno di un periodo di adattamento. A Roma sarebbe potuto entrare senza l’espulsione. Capiremo nelle prossime ore se domani può partire dall’inizio o a gara in corso”. Promosso anche Morata: “Lo abbiamo comprato perché è un giocatore funzionale a quello che voglio. La stagione è lunga, non penso abbia fatto male a Roma come è stato detto. Lo abbiamo messo dentro, domani vediamo se potrà giocare”.

A cura di Alessandro Basta

Impostazioni privacy