Calcio | Supercoppa, la scelta di Budapest scatena polemiche

Supercoppa Europa, la scelta della Uefa di puntare sulla Puskas Arena di Budapest scatena le polemiche. Bayern infuriato

Supercoppa, la scelta di Budapest scatena polemiche (Getty Images)

Alla vigilia della Supercoppa Europea che metterà di fronte il Bayern Monaco, detentre della Champions League, e il Siviglia (Europa League) è polemica. La Uefa infatti ad agosto ha deciso di spostare la sede da Oporto a Budapest per fare un tentativo di di riapertura almeno parziale. Ora però l’Ungheria è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia e i tedeschi tremano.

Secondo gli organizzatori potrebbero entrare fino ad un massimo di 20mila spettatori (lo stadio ne può contenere 65mila). Il sindaco della città però spinge per le porte chiuse. E sulla stessa linea c’è anche Karl Heinz Rummenigge, amministratore delegato del Bayern Monaco. Intervistato dall’emittente ZDF ha spiegato che a Budapest c’è un tassop di contagi superiore alla soglia si 1 ogni mille abitanti, il doppio di Monaco.

Robert Lewandovski è uno dei più attesi (Getty Images)

Secondo quanto ha fatto sapere il Bayern Monaco dovrebbero essere circa 1.300 i tifosi in arrivo per sostenere la squadra. Già duemila però hanno scelto di rinunciare al viaggio. Inveve i tifosi spagnoli non dovrebbero essere più di 500. Ma tutti hanno confermato che al loro arrivo in Ungheria non c’è stato nessun tipo di controllo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Supercoppa Europea | Bayern-Siviglia. Probabili formazioni, dove vederla in tv e streaming

La Supwercoppa però metterà di fronte anche due filosofie di gioco. Il Bayern ha ricominciato da dove aveva lasciato, come dimostra l’8-0 al debutto in Bundesliga contro lo Schalke 04. A poche ore dal via Hansi Flick, allenatore dei bavaresi, ha detto che vincere sarebnne come piazzare la ciliegina sulla torta di una stagione fanbastica. Quikndi i suoi ragazzi non  vogoiono lascuaire nulla di intentato anche se non sarà facile.

Ivan Rakitic riparte dal Siviglia (Getty Images)

Sull’altro fronte debutterà Ivan Rakitic che con il Batrcellpona è stato avversario dei tedescho nella storica scoppola subita nei Quarti di Champions League. “Sono orgoglioso di poter vestire ancora questa maglia in una finale. Una finale si gioca per vincerla e noi ci proveremo”.

Impostazioni privacy