Serie A | Fallo di mano, cambia la regola. Tutte le novità

Il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli ha affermato che “i difensori non devono giocare come i pinguini”. Ecco le novità sul fallo di mano

Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri
Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri

Il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli ha annunciato novità sul fallo di mano in vista della prossima stagione. L’obiettivo è quello di ridurre il numero di calci di rigore, che l’anno scorso è stato altissimo. Nella passata stagione in Serie A sono stati fischiati 186 rigori, contro i 129 della Liga spagnola e gli 80 della Premier League: numeri impressionanti.

Per questo motivo Nicola Rizzoli ha annunciato importanti novità per portare il campionato italiano sugli stessi standard dei principali campionati europei. Di seguito le novità sul fallo di mano, che è la principale causa dell’aumento dei penalties nel nostro campionato nel corso dell’ultima stagione.

Il 'mani' di Bonucci non sanzionato nel corso di Juventus-Sampdoria
Il ‘mani’ di Bonucci non sanzionato nel corso di Juventus-Sampdoria

Il designatore degli arbitri: “I difensori non possono giocare come pinguini”. Le novità sul fallo di mano

Il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli ha affermato che da quest’anno ci saranno alcune variazioni sul fallo di mano, per provare a ridurre il numero di calci di rigore fischiati. Secondo l’ex fischietto italiano “se il braccio non può più essere ritratto non deve essere fischiato rigore”, esattamente come è successo ieri sera a Leonardo Bonucci, al quale giustamente non è stato fischiato il rigore contro.

“I difensori non possono giocare come pinguini”, ha aggiunto Rizzoli, che ha anche aggiunto che ci saranno valutazioni diverse anche sui contatti in area di rigore, perché l’anno scorso troppe volte sono stati puniti anche contatti leggeri. Tutto ciò darà più potere agli arbitri ma potrebbe anche alimentare più polemiche.

Impostazioni privacy