Calcio | Italia-Olanda, cambia lo stadio: la FIGC va a Bergamo

Calcio, Italia-Olanda non sarà giocata a San Siro ma al Gewiss Stadium di Bergamo. Dalla FIGC un omaggio ai morti per il Covid

Stadi aperti, Gravina: "Presto anche in B, C e Dilettanti"
Figc, il presidente Gravina ha spostato Italia-Olanda (Getty Images)

L’Italia di Roberto Mancini cambia ancora. La FIGC, dopo lo spostamento dell’amichevole in programma il 7 ottobre contro la Moldavia da Parma a Firenze, ha deciso anche di cambiare stadio per Italia-Olanda di Nations League. Il 14 ottobre gli azzurri non giocheranno a San Siro ma al Gewiss Stadium di Bergamo.

In realtà il gruppo guidato da Roberto Mancini sarà già nel capoluogo lombardo dal 12 ottobre. E rappresenterà un modo per rendere onore ad una delle province più colpite dalla pandemia causata dal Coronavirus. Lo ribadisce anche la Federcalcio giustificando lo spostamento della gara. Un omaggio alla città ma anche un gradito ritorno visto che non succedeva da 14 anni. Allora era Stadio Azzurri italia, oggi dopo essere stato completamente ristrutturato è stato intitolato anche al main sponsor dell’Atalanta. Ma soprattutto è tutto nuovo, perfettamente in linea con le norme previste dalla Uefa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Olanda-Italia 0-1: tabellino, pagelle e highlights

Italia-Olanda a Bergamo, la soddisfazione di Gravina e della Figc

Come ha spiegato il presidente federale Gabriele Gravina a Sky Sport “tornare a Bergamo è un atto doveroso per calcio, un segno di speranza per tutti i tifosi”.Anche per questo, lui spera che fra quattro settimane lo stadio possa essere veramente popiolato di pubblico con un’apertura sufficiente delle tribune.

Il ct Roberto Mancini (Getty Images)

Soddisfatta anche l’Atalanta: “È un grande motivo di orgoglio e soddisfazione poter avere a Bergamo gli Azzurri per la terza volta nella storia della città”. L’ultimo precedente è del 15 novembre 2006 quando la Nazionale, allenata da Roberto Donadoni, affrontò la Turchia in amichevole con il risultato di 1-1. La prima volta invece il 24 gennaio 1987 quando l’Italia guidata da Azeglio Vicini superò  Malta 5-0 in una gara di qualificazione agli Europei.

Impostazioni privacy