Champions League | Daniele Orsato arbitrerà la finale, è il settimo italiano

Champions League: Italia in finale grazie a Daniele Orsato. L’arbitro vicentino dirigerà Bayern Monaco-PSG domenica sera a Lisbona

Champions League, Daniele Orsato arbitra la finale (Getty Images)

Italia in finale di Champions League, ma il merito è di Daniele Orsato. Il quasi 45enne fischietto vicentino infatti dirigerà domenica sera alle 21 tra PSG e Bayern Monaco allo Stadio da Luz di Lisbona. Con lui ci saranno anche i due assistenti Manganelli e Giallatini più il rumeo Hategan come quarto arbitro. E al VAR la coppia Massimiliano Irrati e Marco Guida.

A favore di Orsato, oltre alla sua lunghissima carriera internazionale, anche il fatto che l’Inter sia arrivata in finale di Europa League. Altrimenti sarebbe toccato probabilmente a lui arbitrare l’atto finale della seconda coppa europea a Colonia. In questa stagione ha già arbitrato diverse partite importanti delle coppe, compresa l’andata degli Ottavi di Champions Real Madrid-Manchester City 1-2. Più di recente gli Ottavi di Europa League FC Copenhagen-Istanbul Basaksehir 3-0 e nei Quarti Wolverhampton-Siviglia 0-1.

Orsato sarà il settimo italiano ad arbitrare una finale di Champions League o Coppa dei Campioni. Il primo Concetto Lo Bello nel 1968 (Manchester Uniterd-Benfica 4-1) e 1970 (Feyenoord-Celtic 2-1, sempre ai supplementari). Poi Gigi Agnolin nel 1988 (PSV-Benfica 6-5 ai rigori), Tullio Lanese nel 1991 (Stella Rossa-Olympique Marsiglia 5-3 ai rigori) e Stefano Braschi nel 2000 (Real Madrid-Valencia 3-0). Ma ci sono anche due precedenti tra fischietti italiani e Bayern. Nel 1999 Pierluigi Collina in Manchester United-Bayern 2-1. E Nicola Rizzoli sette anni fa in Bayern Monaco-Borussia-Dortmund 2-1, ultima vittopria dei bavaresi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Champions League | Lipsia-PSG 0-3: highlights e commento

Orsato è internazionale dal 2009, ma nella vita di tutti i giorni non si occupa di sport

Daniele Orsato, vicentino di Montecchia, appartiene alla Sezione di Schio. Ha cominciato ad arbitrare a 17 anni e nel  2002 è stato promosso nella CAN C. In Serie A ha esordito il 17 dicembre 2006 in Siena-Atalanta 1-1), mnetre è diventato internazionale nel 2009.

Daniele Orsato, 45 anni (Getty Images)

Nella vita di tutti i giorni fa l’elettricista. Ma quanto guadagna uno come Orsato da arbitro? Come ha spiegato poche settimane fa Calcio e Finanza, un arbitro internazionale guadagna 80.000 euro annui fissi, chi ha diretto oltre 71 partite arrivano a 72.000, da 51 a 70 gare 62.000, da 26 a 50 gare 55.000 e da 1 a 25 gare 45.000 euro di fisso. In più per ogni partita di Serie A 3.800 euro.

Impostazioni privacy