Tania Cagnotto non parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo 2021

La tuffatrice più famosa d’Italia, pluri medagliata e bellissima Tania Cagnotto ha condiviso pubblicamente la scelta di non partecipare alla competizione dei 5 cerchi slittata causa pandemia al prossimo anno.

Tramite i suoi canali social Tania Cagnotto ha annunciato il suo ritiro dalle competizioni agonistiche, o per meglio dire ri annunciato. Si perchè la  35enne tuffatrice aveva già dichiarato il suo ritiro nel 2017, dopo aver vinto alle Olimpiadi di Rio il bronzo dal trampolino dei 3 m  e l’argento  dal trampolino in sincro in coppia con Francesca Dallape‘.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Eccoci qui.. vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. E’ stata una scelta davvero difficile… Da una parte la voglia di partecipare alla mia 6ª olimpiade da mamme con il grande sogno di portare la bandiera 🇮🇹 e dall’altra il desiderio di allargare la famiglia👨‍👩‍👧‍👦 Ebbene si,questa volta ho scelto la vita,la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta ❤️ So che molti di voi volevano vedermi ancora una volta sul trampolino e mi spiace di avervi deluso ma in questo lockdown, come sarà successo a tanti altri, ho avuto tempo di riflettere e capire cosa fosse più importante per me. Non avevo più quella forza di volontà(che per 20 anni mi ha guidato) di impegnarmi e sacrificarmi nel modo in cui un olimpiade lo richiede!Ho sempre onorato tutte le Olimpiadi e non potevo non farlo anche questa volta! Grazie @francescadallape per avermi convinta ad affrontare questa sfida pazzesca e di avermi fatto tornare a sognare qualcosa in grande come un Olimpiade da mamme…E ancora una volta grazie a tutti voi, che avete ricreduto in me…voi che mi avete dato la forza di rimettere in moto la macchina…voi che mi avete sempre sostenuto con messaggi di stima e affetto!Vi prometto che vi renderò ancora partecipi della mia vita e comunque questo è solo un arrivederci al mondo dei tuffi perché credo di poter dare ancora qualcosa in un altra veste… (E poi a Maya servirà un allenatrice😂)

Un post condiviso da Tania Cagnotto (@cagnottotania) in data:

Nel 2019 pero la Cagnotto si convince nel riprendere le gare agonistiche in previsione delle Olimpiade di Tokyo 2020. Sicuramente l’argento indigesto di Rio con l’amica Dallape’ può essere stata una motivazione sufficiente per convincere la Cagnotto nel tentare l’impresa di partecipare alla 6° olimpiade e tornare da Tokyo con una medaglia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Cosa dovrei pensare secondo voi??🤔😱🤦🏽‍♀️ sono spacciata vero?😆

Un post condiviso da Tania Cagnotto (@cagnottotania) in data:

Lo slittamento di un anno dell’evento causa pandemia ha fiaccato le energie mentali e portato alla convinzione del nuovo ritiro. In realtà la notizia è meno triste di come sembra perchè alla base della scelta c’è una bella notizia, la più bella che una mamma possa dare e cioè che tra poco la piccola Maya avrà un fratellino o sorellina. La piccola di casa Cagnotto  ha poco più di 2 anni e mezzo ma ha già fatto intravedere una particolare inclinazione verso lo sport di mamma Tania.


La dolce attesa avrebbe impedito alla Cagnotto di dedicarsi alla preparazione alle Olimpiadi e non le avrebbe permesso di onorare la competizione.Per la carriera agonistica di tuffatrice per Tania sembra sia scritta la parola fine.

Tania e Giorgio Cagnotto
fonte (GettyImages)

Tuttavia noi continueremo a vederla o sentire la sua voce impegnata in telecronaca o  a bordo vasca se dovesse ricalcare le orme di papà Giorgio o mamma Carmen Casteiner, che dopo una carriera ai massimi livelli nel tuffi degli anni ’70, hanno raggiunto le massime soddisfazioni anche come allenatori, oltre che come genitori.