Calcio | Morte Davide Astori, prosciolto il medico del Cagliari

Calcio, morte di Davide Astori: oggi è stata definitivamente archiviata la posizione di Francesco Stagno, medico del Cagliari

Davide Astori (Getty Images)

Morte di Davide Astori, oggi è stato scritto un nuovo capitolo sull’inchiesta grazie al  decreto di archiviazione per il dottor Francesco Stagno. Il medico era responsabile dell’Istituto di medicina dello sport di Cagliari, quando il calciatore aveva militato con i iarsi fino al 2014 (2008-2014) e aveva rilasciato l’idoneità sportiva. Successivamente il difensore era per una stagione alla Roma e dal 2015 vestiva la maglia della Fiorentina, di cui era anche diventato capitano.

Stagno, due anni fa doppo la tragica morte di Davide (avvenuta il 4 marzo 2018 in un albergo a Udine alla vigilia della partitadi campionato) era stato iscritto nel registro degli indagati. Astori, dopo tutti gli accertamenti autoptici, era morto per cardiomiopatia aritmogena biventricolare e questo è un dato certo. Ma ora il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Firenze, ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dal pm Antonino Nastasi.

Accolta la tesi difensiva di chi rappresenta il dottor Stagno  (l’avvocato Andrea Puccio). Come spiegano i suoi avvocati “il gip ha valorizzato gli elementi probatori e le evidenze tecniche forniti dalla difesa in sede di interrogatorio”. Così è arrivato a determinare affermare l’infondatezza della notizia di reato e la non consistenza delle fonti di prova acquisite dalla Procura della Repubblica”.

 

I funerali di Davide Astori (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Scomparsa Astori: due medici accusati di omicidio colposo

Morte di Davide Astori, c’è ancora un medico accusato di omicidio colposo

Morte di Davide Astori, il dottor Stagno era finito nel mirino della Procura per aver rilasciato la certificazione di idoneità sportiva agonistica. Tutto avvenne dopo aver prescritto la prova da sforzo, eseguita e refertata da un altro professionista, il professor Lai.

A Firenze ricordano sempre il capitano Davide Astori (Getty Images)

Quest’ultimo non indicò la presenza di extrasistole ventricolari, cosa  che avrebbe provocato la prescrizione di indagini di livello superiore. Stagno aveva quindi rilasciato la certificazione consultando un referto che non aveva segnalato la criticità, anche se erano emerse.

Al momento quindi resta aperta solo la posizione del professor Giorgio Galanti, ex direttore dell’Istituto di medicina sportiva dell’ospedale fiorentino di Careggi. Quest’ultimo è accusato di omicidio colposo e la Procura di Firenze, come ricorda ‘La Stampa’ gli contesterebbe a Galanti il rilascio di due diversi certificati di idoneità. Uno del luglio 2016 e unon del luglio 2017, entrambi firmati  anche se nelle prove da sforzo erano state rilevate delle aritmie. Il suo avviocato ha chiesto il rito abbreviato mentre il gup ha disposto una nuova perizia. L’udienza per la discussione della perizia è stata fissata per il 1° ottobre 2020.

Impostazioni privacy