Canoa, gli azzurri tornano in acqua: raduni per velocità e slalom

La canoa italiana torna in acqua dopo il lockdown e il blocco delle attività dovuto al coronavirus. La Federazione ha dato ufficialmente il via libera alla ripartenza. Primi test e raduni su slalom e velocità

Canoa, gli azzurri tornano in acqua: raduni per velocità e slalom
Canoa, gli azzurri tornano in acqua: raduni per velocità e slalom

Torna in acqua la canoa italiana dopo la lunga quarantena per il Coronavirus. Da oggi la Federazione ha dato il via libera alla ripresa delle attività: gli azzurri delle nazionali olimpiche hanno nel mirino le Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno e gli appuntamenti rimasti in calendario per il 2020. La nazionale di canoa di Oreste Perri si è radunata per prepararsi al ritiro di Val Senaes dall’8 luglio al 1 agosto. Gli slalomisti di Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi lavoreranno a Ivrea, dove si alleneranno dal 6 al 19 luglio.

Canoa, ripartono ufficialmente le attività degli azzurri: Olimpiadi nel mirino

Obiettivo degli azzurri la gara di Coppa Del Mondo in Ungheria, prevista il 26 e il 27 settembre. Per le Olimpiadi ci sono finestre di qualificazione – sempre in Ungheria – dal 12 al 16 maggio del prossimo anno, e in Russia dal 20 al 23 maggio. Negli eventi rimasti dell’ICF 2020 ci sono la disputa di due sole tappe di Coppa del Mondo a Tacen, in Slovenia, dal 16 al 18 ottobre, e in Francia dal 6 all’8 novembre. Resta da conquistare l’ultimo pass olimpico che manca, quello per la canoa canadese maschile. Naturalmente, tutti gli atleti sono stati sottoposti ai test medici in chiave anti-Covid e saranno seguiti quotidianamente.