Palermo, ipotesi truffa. La compagnia bulgara attacca: “Mai contattati”

Tutttolomondo, Palermo
Tuttolomondo nella Capitale per fare chiarezza

Notizie Palermo. Sempre più complicata la situazione dei rosanero, spunta l’ipotesi truffa ai danni della compagnia assicurativa. Serie B a rischio.

Il Palermo rischia seriamente di non partecipare alla prossima stagione del campionato di Serie B, la querelle che riguarda la squadra siciliana si arricchisce di un nuovo capitolo. A lanciare l’indiscrezione è Repubblica, secondo cui i rosanero non avrebbero mai inviato alcuna pec alla Lev Insurance Company. L’agenzia bulgara a cui il Palermo si sarebbe rivolto per ottenere la fideiussione necessaria all’iscrizione afferma, attraverso il quotidiano, di non aver ricevuto nulla dalla sede di Viale del Fante.

Palermo, spunta l’ipotesi truffa alla Lev Insurance Company

Messo in dubbio anche il rapporto con l’intermediario finanziario indicato dal patron rosanero, Salvatore Tuttolomondo. Adesso lo scenario per i siciliani si complica: la compagnia assicurativa bulgara potrebbe presentare denuncia al club per truffa presso la procura di Roma. Proprio Tuttolomondo in queste ore è nella Capitale per cercare di fare chiarezza su ciò che non è andato a buon fine con la Lev Insurance Company per capire se ci fossero, eventualmente, delle speranze per rivedere la squadra siciliana fra i cadetti.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie sportive >> CLICCA QUI

Ipotesi piuttosto difficile, al momento. Il pronunciamento definitivo della Covisoc, a questo punto, è previsto entro il prossimo 4 luglio. Il Venezia di Tacopina spera nel ripescaggio.

Impostazioni privacy