Home Calcio Ajax-Juventus, Allegri: “Cristiano Ronaldo titolare. Chiellini? C’è Rugani”

Ajax-Juventus, Allegri: “Cristiano Ronaldo titolare. Chiellini? C’è Rugani”

CONDIVIDI
Juventus Press Conference
Le parole di Allegri

Alla vigilia di AjaxJuventus, Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa per presentare la gara. Tanti temi toccati dall’allenatore bianconero.

CRISTIANO RONALDO – “Si è allenato bene con la squadra, è a disposizione. A meno che non succeda niente, domani partirà titolare“.

AJAX – “L’Ajax è una squadra forte. Ha eliminato il Real Madrid, ha giocato alla pari con il Bayern Monaco. Ha tecnica. Ci sono già state due finali contro di loro. Noi dobbiamo giocare una partita lucida e di grande tecnica. Difficilmente finirà 0-0 questa partita“.

ERRORI DI MADRID – “L’Ajax gioca diversamente dall’Atletico. L’errore fatto a Madrid è essere usciti dalla partita e aver pensato di scampato pericolo. Poi al ritorno siamo stati grandi: fare tre gol all’Atletico è difficilissimo. Ma domani dobbiamo assolutamente creare le basi per poter passare il turno. In casa ha perso una sola volta col Real Madrid, è aggressiva quindi va fatta una partita fisica. Da lì passerà il risultato“.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport > > CLICCA QUI

DIFESA – “Giocheremo per avere la palla. In fase di non possesso dovremo fare bene. Due centrali? Ne ho solo due a disposizione, quindi più di loro non ne posso mettere“.

ESEMPIO REAL – “Al momento non ho chiesto altro, abbiamo preparato la partita in base ai loro punti di forza. Ci saranno spazi e noi là dobbiamo essere bravi ad andarci. Il Real ha insegnato che le partite vanno giocate con grande attenzione e con un livello mentale molto alto, correndo tanto: nel calcio non è abituato, ma aiuta. Dovremo correre parecchio verso la loro porta“.

KHEDIRA O BENTANCUR – “Le partite sono fatte di dettagli, noi dobbiamo essere molto bravi. Domani dobbiamo fare una bellissima prestazione, attraverso la prestazione possiamo ottenere risultati importanti. In casa l’Ajax andrà a folate e diventerà molto pericoloso, noi faremo una partita aperta. A centrocampo giocherà uno dei due“.

INFORTUNIO CHIELLINI – “Per me è uno dei migliori che abbiamo in Europa. Gli italiani sono sempre i migliori in questo. Non c’è Chiellini, gioca Daniele: come succede sempre, quando manca un giocatore se ne sceglie un altro. Dispiace perché a livello numerico ho solo due centrali. Emre Can era in buona condizione, speriamo che sia pronto per la gara di ritorno. Poi ci sono altre alternative. Non pensavo che Khedira riuscisse a fare 70-75 minuti essendo al rietntro, ha dimostrato un’altra volta di essere un calciatore di grande spessore. Bentancur è un giocatore diverso, più dinamico. Abbiamo recuperato Douglas Costa ed è importante perché in queste partite e nel ritorno potrebbe essere determinante. Mi dispiace non avere Cuadrado in lista Champions ma avevo troppi deficit sui difensori e non c’erano le certezze che potesse essere a disposizione ora. Infatti penso che sia il caso di avere una wild card per inserire almeno un giocatore in corsa dopo la consegna delle liste“.

DYBALA – “Dybala è un giocatore talmente bravo che nella Juventus ha dei numeri impressionanti. Stamattina Paulo si è allenato bene, perché a livello mentale si sta riprendendo. Quando sta bene, è uno dei giocatori più bravi della Juve e del calcio mondiale“.

BERNARDESCHI – “Ha fatto una bella partita sabato, io gli rompo sempre le scatole ma a livello mentale non deve mai abbassare l’attenzione. Deve sbagliare meno passaggi e meno palloni e deve essere ancora più decisivo perché lo ha nelle corde. È una questione di crescita, giocare in una squadra così non è semplice. È un percorso che devono fare tutti i giocatori. Il Chiellini di 23-24 anni non era così, nella vecchiaia è diventato troppo bravo. La crescita è normale, per questo bisogna farli giocare e ogni tanto tirarli fuori, per far recuperare le energie nervose“.

LEGGI ANCHE – La Fiorentina ha scelto Montella, a breve l’ufficialità: i dettagli