Serie A, Bologna-Lazio, fratelli a confronto. Simone può esonerare Pippo

Filippo e Simone Inzaghi durante la premiazione della panchina d'Oro
Filippo e Simone Inzaghi durante la premiazione della panchina d’Oro

La vita non poteva darmi un fratello migliore di te. Sei il mio orgoglio più grande!”. C’è scritto così in un post che Filippo Inzaghi ha pubblicato sui social il 5 Aprile di quest’anno in occasione del 42mo compleanno del fratello Simone.

Quella della famiglia Inzaghi è davvero una delle favole più emozionanti che il calcio abbia mai regalato: genitori presenti, i binari della vita ben delineati, un legame fortissimo, due bravi ragazzi, cresciuti in nome di valori quali l’educazione, l’umiltà il rispetto. Merce rara di questi tempi. Simone e Pippo, tre anni di differenza, l’ex Milan
è il maggiore, hanno fatto sempre l’uno il tifo per l’altro, alla luce del giorno, nella massima trasparenza.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport  >> CLICCA QUI

Avversari in campo prima, da allenatori adesso. Così il destino vuole che mercoledì 26 dicembre Simone e Pippo si ritroveranno faccia a faccia, con l’esclusività di una prima volta unica nella storia del calcio. Mai due fratelli allenatori a confronto, con uno, Simone, che può esonerare l’altro, Filippo. Deve fare un certo effetto girarsi di lato e vedere nel tuo avversario una persona così cara.

Sarebbe meraviglioso essere una mosca nel sottopasso dello Stadio Dall’Ara per sentire cosa si diranno i due prima della partita, un incrocio di emozioni, suggestioni da libro cuore. Senza immaginare il primo tempo di questa sfida, in occasione della vigilia di Natale, se ci sarà la possibilità, giocato a casa dei genitori per la cena di famiglia. Di certo entrambi mangeranno il panettone, Pippo ha rischiato grosso già contro il suo Milan, settimana scorsa, ora la palla passa a Simone.

Vite parallele, destini calcistici uniti sul campo, per poco tempo, solo dalla maglia azzurra. Per il resto ognuno ha fatto la sua strada. La stessa che a Santo Stefano li metterà davanti alle telecamere con le rispettive pressioni. Quelle di Pippo sono da dentro o fuori. “Vista la loro situazione di classifica spero che Simone abbia un occhio di riguardo per me” ha detto scherzando Filippo in vista di un mercoledì da fratelloni.

LEGGI ANCHE –   Bologna, il presidente Saputo conferma Inzaghi: “Massimo sforzo da parte di tutti”