Formula 1. Gp Cina preview, le dichiarazioni di Vettel, Raikkonen e Rosberg

(getty images)
(getty images)

NOTIZIE FORMULA 1 – A poche ore dall’inizio delle prime sessioni di prove libere del terzo Gran Premio stagionale di Formula 1, quello di Shanghai, in Cina, ecco le dichiarazioni dei due piloti della Ferrari, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, insieme al pilota dell Mercedes Nico Rosberg.

Sebastian Vettel a Sky Sport
In Cina dobbiamo confermare di avere una macchina forte cercando di restare davanti sapendo che la Mercedes è in una condizione di grande forza. Di solito c’è bisogno qualche gara per valutare la propia posizione, abbiamo già discretamente capito il potenziale della macchina, l’obiettivo è confermare che siamo molto vicino alle migliori. A Sepang eravamo molto vicini, vicini a sufficienza per vincere. In generale vogliamo dimostrare che possiamo confermare l’obiettivo di stare dietro alle Mercedes, questo significa esser davanti a team forti come Williams e Red Bull e non solo per 2 gare ma per tutta la stagione. Una volta confermato questo l’obiettivo diventerà ridurre sempre più il gap con la Mercedes. Siamo realisti sulla nostra posizione e su cosa vogliamo ottenere, gli obietti non cambiano. Quella in Malesia è stata una grande vittoria per il team e per me, la prima in Ferrari. Mercoledì tornare a Maranello è stato speciale, erano tutti felici, il team non vinceva da parecchio. È stata una bella emozione, particolare. Tutta la squadra si è riunita per un pranzo veloce in una grande stanza. Quando la Ferrari vince al portone d’ingresso mettono una bandiera, spero di poterne aggiungere delle altre in questa stagione. 

Kimi Raikkonen
Ovviamente occorrerà puntare ad un fine settimana senza problemi, ma sono certo che potremmo far bene. Anche se questa pista è diversa dalle altre, finora la SF15-T è andata bene in tutte le condizioni e non vedo perché qui debba andare diversamente. Certamente fa più freddo e il tracciato è impegnativo, ma disporre di una buona macchina aiuta. Domani vedremo, non mi aspetto grandi sorprese. Bis Ferrari in Cina? Ogni circuito fa storia a sé. Si possono trovare condizioni meteorologiche variabili e di conseguenza una vettura può comportarsi meglio su un tracciato rispetto ad un altro. Forse non siamo dove vorremmo essere, ma rispetto allo scorso anno le cose sono cambiate parecchio, anche se abbiamo ancora molto da fare. Sapevamo dai test di avere un buon pacchetto, e anche se le prime due gare per me sono state molto complicate, in Malesia sono riuscito a finire a punti. Ora dobbiamo continuare a spingere e a cercare di far bene, sapendo che ogni gara può essere diversa. In generale penso che possiamo essere piuttosto forti ovunque, perché abbiamo la velocità, ma dobbiamo sbarazzarci di tutti i problemi, anche quelli che non dipendono da noi come le forature…

Nico Rosberg
Non cambierà niente rispetto allo scorso anno. Io e Hamilton saremo ancora protagonisti di un’intensa battaglia». Malgrado le difficoltà incontrate nei primi due Gp stagionali, Nico Rosberg, è convinto che la Mercedes non lo declasserà al ruolo di seconda guida privilegiando Lewis Hamilton. L’anno scorso il pilota tedesco ha duellato fino all’ultima gara per il titolo iridato contro il compagno di squadra, in una stagione contrassegnata dal dominio delle frecce d’argento. Quest’anno con una Ferrari tornata da alti livelli e vincente con Vettel in Malesia le cose potrebbero cambiare e la Mercedes potrebbe decidere di puntare sul solo Hamilton nella lotta per il mondiale piloti: «Il mio inizio di mondiale non è stato buono -ammette Rosberg a Sky Sports- ma non sono così lontano. La pista di Shanghai mi piace davvero molto, perché si adatta al mio stile di guida, in più abbiamo una macchina impressionante e quindi dovrebbe essere un weekend fantastico dove la vittoria è possibile». Anche il capo di Mercedes Motorsport, Toto Wolff, nega che ci possa essere un cambio di strategie, alla luce dei progressi della Ferrari «Abbiamo solo bisogno di mantenere la calma e continuare a sviluppare al meglio la nostra monoposto. Forse apporteremo alcune modifiche alla vettura prima del previsto, ma non c’è motivo di panico.