Sinner non riesce a beffare il Greco, per il futuro peró la rivelazione fa sognare i fans

Tsitsipas ha la meglio ma solo dopo 4 ore, Jannik Sinner fuori dagli Australian Open ma per il futuro ce da sognare in grande!

Sinner critiche francesi
Jannik Sinner (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Questa volta non è andata a buon fine la rimonta di Jannik Sinner che, dopo aver lasciato i primi due set al greco (6-4, 6-4), aveva rimesso in piedi la partita recuperando i successivi due (3-6, 4-6). Nel quinto e decisivo set dopo 4 ore ha concluso bene Stefano Tsitsipas portando a casa il pass per i quarti del torneo Australiano. La sconfitta tuttavia ha fatto rumore per la prestazione messa in campo dal giovane talento italiano che ha rubato anche l’occhio di Patrick Mouratoglu, ex allenatore di Serena Williams.

“Grande prova di tennis moderno” Sinner fa sognare tutti per il futuro

Jannik Sinner (screen Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Tennis, Australian Open: Rafa Nadal verso il ritiro, piovono conferme

Ben 8 volte agli ottavi di finale nelle 13 partecipazioni in uno slam per Jannik Sinner, di sicuro niente male soprattutto guardando alla sua carta d’identità, impossibile infatti dimenticare che il tennista è un classe 2001 ed a soli 21 anni ha davanti a sé ancora tutta una carriera per migliorarsi.

La base è senza dubbio la migliore ed ha rubato l’occhio anche ad uno degli esperti del settore, parliamo del coach francese Patrick Mouratoglou che ha commentato così il match tra Sinner e Tsitsipas: “Abbiamo assistito ad un grande spettacolo, entrambi sanno giocare al limite della riga di fondo sfruttando tutto il campo, grandi servizi, palle corte e gioco a rete, tutto il repertorio messo in mostra“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Tennis, brutto infortunio per Alcatraz: cos è successo

Una benedizione d’eccellenza quindi per i due tennisti anche se ancora una volta è stato il greco ad importi sull’altoatesino. Per il futuro, tuttavia, non possiamo che ben sperare anche se probabilmente Jannik Sinner dovrà imparare a trovare prima la quadratura del cerchio e non costringersi a recuperi miracolosi in ogni match così come stiamo vedendo sempre più spesso.