Duro colpo per Matteo Berrettini, la sconfitta costa carissima al tennista, tifosi senza parole

Uscita inaspettata di Matteo Berrettini nel torneo di Melbourne, il KO contro Murray cancella 3 anni di carriera

Matteo Berrettini Sinner Davis
Matteo Berrettini (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nessuno si sarebbe immaginato un debutto così infausto per l’Italia in questo Australian Open, a maggior ragione riguardo Matteo Berrettini che nell’ultima edizione del torneo aveva fatto molto bene arrivando fino alla semifinale. Il 2023 non è però andato secondo i piani e la sconfitta al primo turno costerà carissima anche in termini di classifica, scivolone profondo che riporta il “Martello Romano” in basso come mai era stato negli ultimi 3 anni.

Berrettini cade in picchiata, fuori dalla Top20 del ranking ATP, tutto da rifare

Matteo Berrettini infortunio
Matteo Berrettini a Indiana Wells (Foto Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Tennis, notizia pazzesca su Matteo Berrettini: italiani sorpresi

La sconfitta al primo turno dell’Australian Open per Matteo Berrettini è stata amaramente commentata in conferenza stampa anche dallo stesso tennista italiano. “Ho avuto un match-point e sono andato molto vicino alla vittoria, è davvero difficile parlare della partita ora. L’anno scorso ho vinto 7-6 nel quinto set contro Carlos Alcaraz, quest’anno ho perso 7-6 nel quinto. Purtroppo questo è il tennis”, ha detto Berrettini, mostrando una grande dose di realismo e sportività.

Berrettini ha inoltre fatto i complimenti allo scozzese Andy Murray, che lo ha battuto in un match combattuto a lungo che si è concluso al quinto set. “E’ impressionante come sia riuscito a giocare a questo livello dopo quasi cinque ore, nonostante i suoi acciacchi. Ho grande ammirazione nei suoi confronti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Tennis, brutto infortunio per Alcatraz: cos’è successo

La sconfitta al primo turno costerà molto cara a Berrettini che nel 2022 era arrivato fino alla semifinale di Melbourne. Al termine del torneo il tennista romano dovrebbe ritrovarsi fuori dalla top 20 per la prima volta dopo tre anni. E’ una dura batosta, soprattutto perché nel 2019 e 2020 era stato tra i primi dieci tennisti del mondo e che adesso dovrà impilare una serie di successi per poter tornare a brillare in questo palcoscenico.