Napoli, si ferma un titolarissimo: tremano i tifosi

Brutte notizie per Luciano Spalletti, fuori per infortunio una pedina fondamentale della rosa, condizioni da valutare attentamente

Spalletti polemica rigoristi
Luciano Spalletti (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nulla potrebbe alterare lo stato d’animo di festa e l’atmosfera serena che tira in quel di Napoli in questo momento, nulla a parte l’infortunio di uno dei pezzi più pregiati alla corte di Spalletti e idolo indiscusso della folla fin dal suo arrivo. Parliamo di Kvicha Kvaratskhelia, il georgiano più ricercato da ogni club che sta facendo vedere tutte le sue qualità tra le fila dei campani ma, da quanto riportato proprio dai canali ufficiali del club, non potrà partecipare all’importante sfida di Coppa Italia contro la Cremonese.

Out Kvicha Kvaratskhelia, solo una sindrome influenzale per fortuna, salterà il match di Coppa Italia

Khvicha Kvaratskhelia infortunio
Khvicha Kvaratskhelia (screen Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato, top del Napoli pronto alla Juventus. Delirio azzurro

Nulla di allarmante quindi, anche perché probabilmente la sfida di Coppa Italia contro la Cremonese non lo avrebbe visto ugualmente titolare. Il georgiano è indispensabile alla squadra ma con i match ben più importanti da disputare in campionato un turno di stop poteva essere gradito, anche se preferibilmente senza l’influenza a fargli compagnia.

Negli ottavi di finale di Coppa Italia, quindi, non assisteremo alle giocate del georgiano anche se il suo stop pare essere soltanto una precauzione. Nei prossimi giorni le sue condizioni verranno valutate meglio ma probabilmente il ragazzo potrà tornare in campo già nel prossimo appuntamento di campionato, anche se magari non al 100% della forma fisica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato Bologna, nel mirino un giocatore del Napoli

Oltre Kvaratskhelia nemmeno Demme sarà tra i convocati della serata, per lui tuttavia è la nascita della sua bambina ad averlo tenuto fuori, motivi di certo ben più lieti rispetto a quelli del compagno. Ad ogni modo sarà una partita da non giocare sottogamba, l’insidia peggiore sarà infatti la testa tutta sul campionato, obiettivo al quale tifosi e società in questo momento cominciano a credere più che mai.