I balli di gruppo contro la demenza: lo studio rivoluziona tutto

I balli di gruppo contro la demenza: un nuovo studio rivela alcuni dettagli importanti per contrastare questa patologia. 

Balli di gruppo demenza
Balli di gruppo (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Un nuovo studio pone nuovi approcci contro la demenza. Se lo sport in generale sembra ottimale per contrastare questa patologia, ci sono alcune attività più funzionali di altre che possono ottenere risultati soddisfacenti. Secondo l’Albert Einstein College of Medicine di New York, il ballo liscio sembra ottimale perché riduce l’atrofia cerebrale negli anziani e migliorare le funzioni cognitive. La danza, infatti, sembra un toccasana soprattutto negli anziani proprio per questo tipo di funzioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–>  “Potete chiudere tutto” Giorgia Crivello, l’inquadratura dall’alto accende gli animi: visuale vietata – FOTO

I balli di gruppo contro la demenza: lo studio americano

Balli di gruppo demenza
Balli di gruppo (Pixabay)

Lo studio condotto su 25 persone over 65 ha evidenziato delle migliorie nella capacità di ragionamento, pianificazione e velocità di elaborazione, oltre ad una ridotta atrofia nell’ippocampo, risultati molto più soddisfacenti rispetto alla solita camminata. I vantaggi sono soprattutto perché coinvolge le persone a livello sociale, coinvolgendo più aree delle regioni cerebrali grazie all’interazione con il partner o con il gruppo in sé.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Erjona Sulejmani, bikini da sballo: tutto fuori, non serve lo zoom – FOTO

In sintesi, i balli di gruppo sembrano aiutare a scongiurare la demenza ma sono necessari studi più approfonditi per confermare i dati (seppur molto promettenti).