Esercizio fisico, la camminata previene 6 patologie: studio sorprendente

Rivelazione incredibile sugli effetti benefici di questa camminata, bisogna farlo assolutamente per non avere più problemi di questo tipo

Glicemia alta camminare dopo pranzo
Camminare in strada (Foto di Fotorech per pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Investire sulla propria salute è senza dubbio una delle principali scelte da operare e uno degli investimenti migliori per prevenire molte malattie, è da sempre risaputo, è l’attività fisica. La camminata è uno dei metodi maggiormente seguiti ed uno studio ha sottolineato come sia più che sufficiente per ridurre i rischi legati a ben 6 patologie piuttosto comuni che tuttavia creano non pochi problemi a chi ne venga colpito. Assicurarsi il proprio benessere è quindi la scelta migliore e basterà solo un po’ di sacrificio per migliorare considerevolmente la nostra qualità di vita.

Camminare per la salute: 6 modi per prevenire e controllare le patologie

Esercizi prevenire Diabete
Camminare (Foto Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dieta dell’avocado, perché dovresti provarla: studio senza precedenti

1. Patologie cardiache: camminare è la migliore attività fisica Decine di studi dimostrano che l’esercizio fisico, in particolare la camminata, riduce significativamente il rischio di malattie cardiache. Anche chi ha già sofferto di queste patologie può trarne beneficio dall’attività fisica moderata, in alcuni casi proprio la camminata risulta l’attività più adatta e priva di rischi.

2. Ipertensione: La pressione arteriosa è spesso considerata una causa di patologie silenziose. Camminare aiuta a ridurre la pressione arteriosa sia attraverso l’attività fisica in sé, sia perché può portare alla perdita di peso, a sua volta in grado di ridurre la pressione.

3. Diabete: camminare aiuta a prevenire e controllare Il diabete che è una delle malattie più diffuse nelle società industrializzate. Camminando infatti si riducono i livelli di zucchero nel sangue riducendo quindi la necessità di insulina per chi soffre di diabete di tipo I. Per chi soffre di diabete di tipo II, camminare insieme alla perdita di peso può invece persino far tenere la patologia sotto controllo senza bisogno di farmaci.

4. Obesità: il modo più naturale per perdere peso è camminare. Bruciare calorie è il primo passo per ridurre il grasso in eccesso: in media si bruciano 50 calorie ogni 1,5 km oppure e chi perde peso camminando tende a non riguadagnarlo, a differenza di chi perde peso solo attraverso una dieta.

5. Ansia: Adrenalina ed endorfine sono ormoni fondamentali per la regolazione dell’umore. Camminare aiuta a liberare questi ormoni, migliorando l’umore e riducendo ansia e stress.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dieta Duke, ecco come funziona: -8 kg in 4 settimane

6. Artrosi: L’artrosi è una patologia degenerativa delle articolazioni. Camminare può aiutare a migliorare la flessibilità e la forza delle articolazioni, riducendo il dolore e migliorando la qualità della vita di chi soffre di questo fastidioso disturbo.