Napoli, infortunio Kim: Spalletti svela la verità

Dopo la sostituzione anticipata di Kim i tifosi restano in ansia, i motivi dietro il cambio non sono incoraggianti

Calciomercato Napoli Doig
Luciano Spalletti (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Sale l’ansia per i tifosi del Napoli, preoccupano le condizioni di salute di Kim Min-Jae che ha giocato solo metà dell’ultima partita. Il difensore partenopeo è stato schierato come titolare da Luciano Spalletti nella sfida contro la Sampdoria, ma al termine del primo tempo è stato sostituito da Rrahmani, che aveva giocato dall’inizio con l’Inter. Nonostante la sostituzione, Min-Jae aveva fornito una buona prestazione durante la sua breve apparizione e questo ha contribuito maggiormente a preoccupare gli attentissimi tifosi. A rivelare i motivi dietro il cambio è stato proprio l’allenatore e la situazione emersa non sembra essere incoraggiante.

Kim Min-Jae fuori a causa di un affaticamento muscolare, condizioni da valutare

Napoli Kim Min-jae Manchester United Real
Kim Min-jae (Instagram – kiminjae3)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, la domanda dello studio fa infuriare Spalletti: parole incandescenti

Durante la partita contro la Sampdoria, Kim Min-Jae è stato sostituito da Spalletti a causa di un problema fisico destando non poca preoccupazione tra le fila dei suoi tifosi. Al momento non è ancora chiaro quali siano le reali condizioni del difensore del Napoli ma ci saranno ulteriori aggiornamenti già nelle prossime ore.

L’allenatore azzurro ha comunque spiegato la scelta della sostituzione: “Min-Jae aveva un affaticamento muscolare e c’era il rischio che si infortunasse gravemente. Abbiamo deciso di cambiarlo per evitare di affrontare un infortunio che avrebbe potuto essere molto penalizzante per noi e di lunga durata. È normale che Min-Jae non sia ancora in grado di giocare per tutta la partita, dobbiamo agire in modo prudente in questi casi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Il Napoli ha deciso: l’operazione si chiude, c’è il si del bomber

Sembra quindi il caso di tirare un sospiro di sollievo, dalle parole di Luciano Spalletti non è infatti sembrata trapelare grossa preoccupazione ma per saperne di più ci sarà da attendere. I sostituti non mancano ma è chiaro come il momento sia delicato per i partenopei che cominciano a credere sempre di più alla vittoria, in quest’ottica ci sarà bisogno del massimo aiuto da parte di tutti ma da quel che traspare anche in questo inizio 2023 i mezzi per arrivare fino in fondo sembrano esserci davvero tutti.