È morto Gianluca Vialli, addio al grande campione

Purtroppo non ce l’ha fatta nemmeno lui, settimana nera per il calcio, dopo Sinisa Mihajlovic ci ha lasciato anche Gianluca Vialli

E' morto Gianluca Vialli
Gianluca Vialli (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Altra terribile notizia in questa giornata di Epifania. Non è sicuramente un bel momento per il calcio italiano ancora in lutto per la prematura scomparsa di Sinisa Mihajlovic e che purtroppo è costretto a piangere la perdita anche di un altro volto tra i più amati dell’ambiente. Anche per Gianluca Vialli la battaglia contro il suo “ospite Indesiderato” è stata persa dopo diversi round, un compagno di viaggio che avrebbe evitato volentieri, cosi si era espresso il campione parlando della sua malattia, compagno di viaggio che purtroppo ha avuto la meglio.

Lo stop agli impegni con la Federcalcio aveva già messo tutti in allarme, poi a spegnere ulteriormente gli entusiasmi c’è stata la notizia della partenza della madre, 87enne, verso Londra dove era ricoverato Vialli, purtroppo la situazione era critica proprio come tutti avevamo immaginato e Gianluca Vialli ci ha lasciato all’età di 58 anni.

Addio a Gianluca Vialli, l’Italia del calcio e non solo è in lutto per la perdita del campione

E' morto Gianluca Vialli
Abbraccio Mancini Vialli (Ansa)

Gianluca Vialli viveva ormai da tempo a Londra ed è proprio li che si è spento nella clinica dove era da tempo ricoverato per effettuare gli ultimi cicli di chemioterapia, le sue condizioni si sarebbero improvvisamente aggravate nella giornata del 19 dicembre e la delicatezza della situazione sembrava chiara soprattutto dopo la partenza verso Londra anche di Maria Teresa, mamma 87enne del campione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gianluca Vialli racconta la sua malattia, “Ho paura di morire”

Tutto il mondo del calcio lo ricorda con estrema ammirazione, tantissimi commenti di cordoglio arrivati da ogni parte del mondo verso il campione che per semplicità e umanità aveva sempre impressionato ad ogni uscita. Un durissimo colpo anche per il tecnico Roberto Mancini, in una sola settimana è arrivata la perdita di due dei suoi amici più cari, aveva infatti scelto proprio per questo motivo Gianluca Vialli come accompagnatore nel suo viaggio con la Nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calcio in lutto: addio a Sinisa Mihajlovic

Sono ben poche le parole per descrivere un momento del genere, a parlare però è l’affetto dimostrato non solo dai suoi cari ma da tutta l’Italia e tutto il mondo del pallone in cui Gianluca Vialli silenziosamente è riuscito a lasciare un segno indelebile.