Piove fango sull’ex Team Principal di Ferrari, “Ha fatto cose imperdonabili!”

Continua la bufera in quel di Ferrari, questa volta a parlare è Rene Arnoux, accuse pesanti verso Mattia Binotto

Orari e programmazione Gp Belgio
Ferrari (Foto da Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ormai la stagione 2022 è conclusa da settimane e Mattia Binotto è solo un ricordo lontano o forse non troppo, soprattutto perché intorno alla sua figura continuano i rumors e questa volta a scatenare il polverone sono le parole di Renè Arnoux, ex pilota Ferrari, nell’intervista rilasciata per la Gazzetta dello Sport, parole durissime nei confronti dell’ex Team Principal di Maranello.

Renè Arnoux al vetriolo “Binotto andava cacciato prima!”

Mattia Binotto dimissioni
Mattia Binotto (Foto da Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Formula 1, Adrian Newey in Ferrari: la confessione sciocca i tifosi

Nessuno sconto al dimissionario Mattia Binotto, soprattutto per l’ultimo anno in cui l’inizio rombante di Ferrari aveva forse illuso non solo i tifosi ma anche molti degli addetti ai lavori, purtroppo però la stagione è presto volta al peggio e le colpe dell’accaduto continuano a ricadere su un solo nome, quello dell’ex Team Principal Mattia Binotto.

A puntare il dito questa volta è l’ex gloria di Ferrari Renè Arnoux che in un’intervista rilasciata per la Gazzetta Dello Sport ha espresso tutto il suo disappunto per la gestione dello scorso mondiale in Ferrari. Queste le parole del talento di Grenoble: “Uno che dice “andrà meglio l’anno prossimo” io l’avrei cacciato subito, non sono mai stato dalla sua parte ma gli errori che ha commesso sono imperdonabili!”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Formula 1, terremoto Ferrari: rivelazione shock su Mattia Binotto, da non credere

Nulla da fare quindi per Mattia Binotto, nemmeno le dimissioni “spontanee” sono riuscite a spegnere l’attenzione nei suoi confronti, soprattutto per le scelte di scuderia disastrose fatte dal GP di Monaco in poi. Per il nuovo anno però la Ferrari sembra competitiva e qualora le cose andassero bene non potrà certo essere di Vasseur tutto il merito, potrebbe quindi arrivare anche il riscatto di Binotto in questo 2023, e di certo i tifosi se lo augurano tutti.