Chiesta l’estradizione: condanna in Italia da scontare, nei guai l’ex campione d’Italia

Chiesta l’estradizione: condanna in Italia da scontare, nei guai l’ex campione d’Italia. Ecco che cosa sta succedendo: guai grossi per l’ex fuoriclasse. 

Pallone Serie A 2022-2023
Pallone Serie A 2022-2023 (screen web)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Seppur lentamente, la giustizia italiana sta facendo il suo corso anche se sono ormai passati 9 lunghi anni. Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, il Ministero della Giustizia ha preso la sua decisione in merito alla condanna di Robinho, ex giocatore del Milan, che nel 2013 si sarebbe macchiato di uno stupro insieme ad un amico. Dopo la decisione del giudice, è stata inoltrata al Brasile la richiesta di estradizione per scontare i 9 anni di reclusione per violenza sessuale.

Nei mesi scorsi è stato emesso un mandato d’arresto internazionale per lui e per l’amico Ricardo Falco, i quali dovrebbero trovarsi attualmente in Brasile e che molto difficilmente lo lasceranno per recarsi all’estero. Robinho, che aveva giocato in Italia dal 2010 al 2014 e che ha vinto uno scudetto con Ibrahimovic e Allegri, non aveva lasciato particolarmente il segno dal punto di vista sportivo nonostante la vittoria del campionato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sostituto Inzaghi, dai grandi ex alla ‘follia mancata’ di Moratti: pazzesca idea

Chiesta l’estradizione: condanna in Italia da scontare

Robinho
Robinho (screen Instagram)

Le premesse erano decisamente ben altre, invece si è reso protagonista di altri fatti molto più gravi. Per questo si attende di capire come si evolverà la situazione, anche se il governo italiano si aspetta un aiuto dalle autorità brasiliane che potrebbe non arrivare mai.

Sempre secondo la rosea, stando ai dossier emersi dalle indagini, Robinho avrebbe fatto ingerire alcolici alla ragazza fino al punto da renderla incosciente, facilitando lo stupro e dunque la violenza di gruppo consumatasi in un guardaroba di un locale notturno milanese. La vittima, albanese di 23 anni, è andata sino in fondo ottenendo una giustizia parziale, visto che ha ottenuto la condanna ma senza condannati in carcere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Esonero Inzaghi, il tecnico appeso ad un filo: decisione nella prossime ore

Di fronte a questa situazione, il Santos ha deciso di sospendere il contratto di Robinho una volta accertate le sue responsabilità. L’ex nazionale verdeoro, ora 38enne, ha giocato in Europa anche con Real Madrid e Manchester City.