Usain Bolt attacca Marcell Jacobs, quello che ha detto è incredibile!

Il campione indiscusso della storia dell’atletica tira una frecciata al campione europeo, i fans di Jacobs sono furiosi

Bolt Jacobs record
Usain Bolt (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Fuori dalla scena da un po’ di tempo, a 36 anni Usain Bolt ricompare a Milano come testimone di Allianz ed era impossibile non chiedere qualcosa di più al re indiscusso dell’atletica leggera riguardo la nostra stella più brillante. A riportare l’intervista è stata La Gazzetta Dello Sport ma le parole rilasciate dal campione non hanno fatto esultare troppo gli italiani, alcuni potranno essere d’accordo ma sicuramente non lo sarà Marcell Jacobs, adesso la sfida è partita.

Bolt è sicuro: “Jacobs bravissimo ma nessuno può battere il mio record!”

Bolt Jacobs record
Marcell Jacobs (Foto da Instagram)

Molto sicuro di se Usain Bolt dall’alto delle sue 3 olimpiadi consecutive vinte ma soprattutto dei suoi due record mondiali nei 100 e 200 metri, rispettivamente 9″58′ e 19″19′ i tempi che lo hanno messo nella storia e che probabilmente è vero, non ce lo toglieranno per tanti anni o forse mai.

Potrebbe interessarti anche >>> Marcell Jacobs sciocca gli italiani: annuncio da brividi

In molti saranno in accordo, il talento del Jamaicano sembra una cosa fuori dall’umana comprensione, Marcell Jacobs però sicuramente non si arrenderà, adesso nelle sue mire c’è già un record da battere ma per ora è il suo e l’occasione per farlo saranno i prossimi mondiali di atletica, medaglia che manca ancora al collo del nazionale italiano.

Potrebbe interessarti anche >>> Cristiano Ronaldo, durissimo scontro in Nations League: momenti di terrore

L’Italia ci spera, al momento è Marcell Jacobs uno degli sportivi più amati del paese e si è conquistato l’onorificenza a suon di soddisfazioni regalate in ogni evento, ci sarà sicuramente da lavorare ma il campione sembra pronto ed ha promesso di stupire ancora. Battere Bolt è un traguardo difficile e migliorarsi di più di 20 decimi sul suo miglior tempo non è cosa da poco, la speranza comunque è l’ultima a morire, adesso non possiamo che goderci il momento e vedere cosa succederà.