Anche Kulusevski affonda Allegri, “Con Conte è un’altra storia”

Dejan Kulusevski si aggiunge alla lista dei giocatori felici di aver lasciato la Juventus, Allegri non la prende bene

Kulusevski Allegri
Dejan Kulusevski (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In questi giorni la Juventus non è mai uscita dall’occhio del ciclone ed in particolar modo il suo allenatore Massimiliano Allegri, tante difficoltà in stagione alla quale si aggiungono anche i commenti degli ex partiti per altri campionati. Dopo le critiche di De Ligt adesso è il tempo anche per Dejan Kulusevski di rinnegare la vecchia squadra, quello che ha rivelato in una recente intervista non passa inosservato, che nella Juventus sia davvero arrivato il momento di operare cambiamenti drastici? Tutto suggerisce che la società è davanti questa scelta e dovrà prenderla a breve.

Kulusevski: “Ho sempre dato il massimo ma a Torino non funzionava, Conte il più ambizioso che conosco”

Kulusevski Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

Tante frecciate arrivate da oltre i confini sia alla società bianconera che al tecnico Massimiliano Allegri, qualcosa negli anni deve essersi spento, la Juventus non ha più lo stesso appeal e da quello che spesso stanno rivelando ex giocatori anche a livello di preparazione qualcosa scricchiola, forse proprio questi i motivi dietro i bruschi cali di rendimento.

Potrebbe interessarti anche >>> Adani sbeffeggia Allegri, “Non capisce un c… di niente!” Arriva la replica

Queste le parole di Dejan Kulusevski rilasciate per La Gazzetta Dello Sport: “Andare via dall’Italia è stata la migliore scelta che potessi fare, ho sempre dato il massimo ma alla juventus non funzionava, al Tottenham il mio corpo è cambiato, c’è un modo di allenarsi migliore di quello in Italia. Onestamente Allegri e Conte sono molto diversi, sia negli allenamenti che nell’idea di calcio, non ho mai conosciuto una persona motivata come Antonio Conte”.

Potrebbe interessarti anche >>> Marcell Jacobs sciocca gli italiani: annuncio da brividi

Parole che non risuoneranno nel vuoto, anche perché Kulusevski non è il primo a sottolineare come gli allenamenti fatti alla Juventus non siano cosi produttivi, potrebbe partire proprio da li il primo cambiamento, oltre che dalla panchina che non continuerà a scricchiolare ancora a lungo senza che qualcosa venga modificato.