Svincolati d’oro, ecco i top player senza squadra, il calcio sta cambiando!

Mai come in questa edizione sono tantissimi i svincolati di valore, arrivare a fine contratto non paga più, procuratori in crisi

Lista svincolati mercato
Diego Costa (Getty Images)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nella conferenza di ieri l’ultimo a parlare della questione è stato proprio il Ds della Roma Tiago Pinto, mai come in questa sessione sono stati abbondanti i giocatori liberi sul mercato e molti dei pezzi pregiati hanno trovato squadra solo nell’ultimo scorcio di calciomercato, segnale che il calcio sta cambiando e partire con il cartellino in mano non paga più. Alcuni club tuttavia potrebbero beneficiare della situazione, ecco la lista dei migliori calciatori ancora senza squadra.

Zagadou, Ilicic, Costa, Mata, e non solo, calciomercato che non finisce qui

Lista calciatori svincolati
Juan Mata nel riscaldamento con il Machester United (Ansa)

In questa finestra ormai conclusa di calciomercato le emozioni sembrano destinate ancora a non terminare, anche dopo la chiusura infatti sarà possibile per i club attingere dal pozzo degli svincolati che in questa stagione si fa ancora più fornito, il clima sta cambiando, mandare a scadenza il proprio contratto non sembra pagare più con la sicurezza di qualche anno fa.

Potrebbe interessarti anche >>> Acerbi Inter: “;Dalla padella alla brace”, motivo assurdo, il difensore non trova pace

Tra i nomi che spiccano di più troviamo Diego Costa a 33 anni, Mata a 34 anni svincolato dal Manchester United, Ilicic a 34 anni fuori dall’Atalanta, Malcuit e Ghoulam entrambi a 31 anni andati via da Napoli e ancora Zaza, Asamoah, Ljajic, Giovinco, Marchetti, Aurier, Karius e i nomi non sono ancora terminati.

Potrebbe interessarti anche >>> Sabato di fuoco, gli anticipi di serie A nascondono una sorpresa!

Nell’elenco moltissimi pezzi da 90 del passato ma anche giocatori protagonisti anche in tempi recenti e di esperienza europea indiscussa, facendo una rapida analisi quel che viene fuori è che il comportamento da onnipotenti che spesso calciatori e procuratori hanno utilizzato per aumentare i propri ingaggi non sembra più pagare se non per casi eccezionali, il calcio sta tornado ad una sua versione precedente e la cosa da quel che traspare non dispiace quasi a nessuno.