Inter, maxi scambio con il PSG: il retroscena di mercato è sconvolgente

Inter, maxi scambio con il PSG: il retroscena di mercato è sconvolgente. Le società hanno pensato a diverse soluzioni, secco no! 

Dirigenza Inter maxi scambio Psg
Dirigenza Inter (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il mercato dell‘Inter è pressoché concluso a pochi giorni dalla conclusione naturale della sessione estiva. Marotta è riuscito a portare a Milano quasi tutti gli obiettivi che si era prefissato e ha costruito una squadra idonea per essere ancora più competitiva per lo scudetto. Ora toccherà ad Inzaghi fare in modo di arrivare sino in fondo alla stagione con tutti i giocatori in forma, abili e arruolabili.

Tuttavia, la rosa ha la necessità di colmare una lacuna che potrebbe diventare importante nel corso della stagione: si tratta del vice De Vrij, un ruolo rimasto scoperto con la partenza di Ranocchia e che vedrà probabilmente l’arrivo di un giocatore low cost (Akanji e Acerbi gli indiziati).

LEGGI ANCHE >>> Fifa 23, uscito il trailer: svelate tutte le novità del gioco

Inter, maxi scambio con il PSG: retroscena di mercato

Milan Skriniar maxi scambio Psg
Milan Skriniar (Ansa)

Con l’arrivo di quest’ultima unità, la rosa sarà completa al 100% visto che il tema uscite è stato definitivamente bloccato. L’ultimo assalto del Psg per Skriniar, infatti, è finito con un nulla di fatto per due motivi: l’Inter non ha accettato l’ultimo rilancio di 50 milioni (giudicato troppo basso) anche e soprattutto perché non avrebbe potuto trovare un sostituto all’altezza della situazione.

Inoltre, stando alle indiscrezioni riferite dal giornalista Fabrizio Romano, è emerso un retroscena di mercato che coinvolge proprio Inter e Psg: per cercare di sbloccare la trattativa, l’Inter ha bocciato anche la possibilità di arrivare a Draxler, Kehrer e Wijnaldum, giocatori che erano stati proposti dal sodalizio francese per cercare di ottenere il difensore.

LEGGI ANCHE >>> Fifa 23, ritorna una big del campionato italiano: ufficiale la partnership

L’Inter ha rifiutato con decisione, rimanendo tale e quale e cercando di non alterare il contesto che era stato costruito da Conte prima e ripreso in mano da Inzaghi poi.