Barcellona, disavventura per Lewandowski: scena da film, interviene la polizia

L’avvio al Barcellona per Robert Lewandowski è più turbolento di quello che avrebbe immaginato, è successo mentre firmava gli autografi

Disavventura Robert Lewandowski
Robert Lewandowski (AP Photo/Martin Meissner)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Non di certo un passaggio tranquillo quello di Lewandowski al Barcellona, le prime disavventure sono arrivate in Germania dove alcuni tifosi avevano minacciato il giocatore e la sua famiglia alla notizia che avrebbe lasciato il club, ora invece proseguono in Spagna dove anche il gesto carino di fermarsi a firmare autografi si è trasformato in una scena da film. Se Robert Lewandowski aveva sperato di trovare la tranquillità in Spagna a quanto pare ha fatto male i suoi calcoli, dopo l’accaduto il giocatore ha tentato l’inseguimento senza successo ed è poi dovuta intervenire la polizia, le sue disavventure a quanto pare non sono destinate a terminare a breve.

Lewandowski derubato mentre firma autografi, bottino da oltre 75 mila euro

Disavventura Robert Lewandowski
Robert Lewandowski (Ansa)

Passaggio di squadra che mai fu cosi rocambolesco, le minacce poi la difficolta di tesseramento e adesso la rapina davanti il centro di allenamento, un periodo davvero complicato per il bomber polacco che sembra attualmente destinato a vivere sotto pressione.

Potrebbe interessarti anche >>> Manchester in crisi! Idea Savic per riprendere la stagione, la Lazio Trema!

In questa occasione mentre firmava autografi fuori dal centro sportivo Blaugrana, dove aveva appena terminato gli allenamenti, due malviventi hanno pensato di cogliere l’attimo di distrazione e aprire velocemente la portiera dell’auto agguantando orologio e cellulare del giocatore.

Potrebbe interessarti anche >>> NBA, LeBron James ha scelto il suo futuro: cifre mostruose!

Inizialmente il calciatore ha pensato di partire all’inseguimento ma poi subito il dietrofront e intervento delle forze dell’ordine che hanno passato il pomeriggio ad interrogare i presenti per cercare di identificare i malviventi, al momento però della banda criminale non vi è traccia, quello che resta è un senso di amaro in bocca, soprattutto al bomber polacco che intento a far felici i suoi nuovi tifosi si è trovato ancora una volta colpito nel personale.