Infortunio Juventus, ULTIM’ORA: stop forzato, si torna sul mercato

Infortunio Juventus, ULTIM’ORA: stop forzato, si torna sul mercato. Notizia pessima per Allegri che ora deve trovare un nuovo profilo. 

Dirigenza Juventus infortunio McKennie
Dirigenza Juventus (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Brutte notizie per la Juventus che dopo Paul Pogba perde un altro centrocampista importante per i primi impegni stagionali: si tratta di Weston McKennie, infortunatosi alla spalla poco prima della gara contro il Real Madrid in amichevole. Gli esami strumentali hanno appena evidenziato una lesione capsulare alla spalla sinistra.

Il comunicato ha specificato che il giocatore dovrà svolgere un lavoro differenziato di 3 settimane, dopo il quale si aggregherà ai compagni per ritornare gradualmente a disposizione di Allegri. In sintesi, lo statunitense rischia seriamente di ritornare in campo a fine settembre, saltando quasi sicuramente le gare contro Sassuolo, Sampdoria, Roma, Spezia, Fiorentina e Salernitana.

LEGGI ANCHE >>> Vice Vlahovic, due big della Serie A per un posto: Allegri preme per averlo

Infortunio Juventus, ULTIM’ORA: stop forzato!

Weston McKennie infortunio
Weston McKennie (Alessandro Di Marco)

Questo nuovo incidente rischia di complicare i piani del tecnico e della società: tornato a disposizione dopo l’infortunio al piede accusato a marzo, il centrocampista si è fatto male in allenamento proprio nei giorni scorsi in maniera fortuita. In seguito all’incidente di Pogba, ora Allegri ha due giocatori in mano sui quali puntare in vista degli imminenti impegni concentrati nell’arco di pochissimi giorni, ben 6 gare nell’arco di 20 giorni.

LEGGI ANCHE >>> Cessione Zielinski, non solo Barak: Spalletti ha chiesto il ‘mago’ della Serie A

Logico pensare ad un immediato intervento sul mercato: i nomi principali sono quelli di Paredes del Psg e di Milinkovic Savic della Lazio, due profili costosi e molto difficili da prendere in questo periodo del mercato. Difatti, seppur i movimenti più importanti avverranno a breve, molto dipenderà dalla disponibilità di questi club di trovare dei sostituti all’altezza della situazione prima di procedere con il via libera definitivo.