Emergenza centrocampo Juventus, poker di nomi: arriverà un top player

Emergenza centrocampo Juventus, poker di nomi per Allegri: arriverà un top player. La dirigenza è al lavoro per prendere almeno un nome di spessore. 

Max Allegri poker nomi centrocampo
Max Allegri (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Gli infortuni di Paul PogbaWeston McKennie mettono in crisi i piani di Allegri per la ripresa del campionato. Se per il francese ci sono ancora dei dubbi sull’effettivo recupero, per quanto riguarda l’americano si parla di almeno un mese di stop al quale servirà un ulteriore periodo di riatletizzazione per rimettersi al pari dei compagni.

In tutti questo, considerati gli impegni in rapida successione, le soste, le coppe europee e la preparazione con vista sul mondiale, le società sono costrette ad avere a disposizione delle rose particolarmente lunghe per non farsi cogliere impreparate, così da optare per un mirato turnover che possa prevenire gli infortuni e permettere ai propri giocatori di allenarsi.

LEGGI ANCHE >>> Vice Vlahovic, due big della Serie A per un posto: Allegri preme per averlo

Emergenza centrocampo Juventus, arriverà un top player

Max Allegri poker nomi centrocampo
Max Allegri (Ansa)

I bianconeri si sono subito messi al lavoro cercando di capire quali margini di manovra potrebbero esserci per prendere Paredes del Psg o Milinkovic Savic della Lazio, due profili graditi al tecnico ma molto costosi. Si era parlato anche di Fabian Ruiz ma sembra più un approccio in vista della prossima stagione – quando potrebbe arrivare a costo zero – piuttosto che una vera e propria trattativa per chiudere in tempi brevissimi.

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Juventus, ULTIM’ORA: stop forzato, si torna sul mercato

Oltre a questi profili, la dirigenza sta cercando di chiudere il cerchio con un poker di nomi: piacciono De Paul dell’Atletico Madrid (valutato 40 milioni), Luis Alberto della Lazio (25 milioni), Houssem Aouar del Lione (25 milioni) e Jordan Veretout della Roma (12 milioni). Ora toccherà alla proprietà valutare al meglio il profilo più adatto per portarlo immediatamente a Torino e consegnarlo nelle mani del tecnico.