Serie A, quanto costa un abbonamento: dal club più caro a quello più economico

Incredibile ma vero, il Napoli è la piazza più cara, superate anche Milan e Inter, impossibile da concepire il prezzo dell’abbonamento per i partenopei

Abbonamenti serie a
Allianz Stadium (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Per alcuni club la campagna abbonamenti è quasi finita e per alcuni ancora è all’inizio, ogni anno sono tanti i fattori che incidono sul numero dei partecipanti e certamente non è solo il prezzo a determinarne la riuscita. Appare chiaro tuttavia che le differenze tra club a volte siano abissali, difficile da credere che per un Napoletano l’abbonamento in tribuna costi 4 volte quello che spenderebbe un romanista eppure è quello che è emerso in questi giorni, ecco la classifica dei costi nei maggiori 10 club del campionato Italiano.

Il Napoli come le Milanesi, “conviene” tifare Roma e Lazio

Abbonamenti Serie A
Aurelio De Laurentis (foto Instagram)

Come abbiamo già detto il primato per il posto più caro è del Napoli, un abbonamento in tribuna vip allo stadio Maradona costa ben 3000 euro, seguiti subito da Juventus e Milan che per lo stesso tipo di abbonamento chiedono 2700 euro.

Potrebbe interessarti anche >>> L’uscita dalla borsa fa volare la Roma! In arrivo 50 milioni di euro

A seguire nella classifica ancora una squadra inaspettata, per i fiorentini tifare la loro squadra allo stadio costa ben 2600 euro, addirittura più di quanto costa ai tifosi Interisti che se la cavano con 2250 euro, a seguire il Torino a quota 2100 e l’Atalanta a quota 1800 euro.

Potrebbe interessarti anche >>> Dazn, novità strepitosa per la serie A: cosa sta succedendo

Più accessibile invece i prezzi per l’abbonamento per i tifosi di Roma e Lazio che per andare allo stadio tutta la stagione spenderanno rispettivamente 800 e 750 euro. Un divario netto ma che speriamo nel futuro non verrà colmato, l’importanza del sostegno dei tifosi è un fattore fondamentale e sarebbe bello che i prezzi, per tornare a vivere a pieno lo stadio, possano essere accessibili sempre a tutti.