Ezequiel Lavezzi apre al Napoli: le parole inaspettate del ‘Pocho’

Ezequiel Lavezzi apre al Napoli: le parole inaspettate del ‘Pocho’. Si ritorna a parlare dell’ex idolo della tifoseria dei primi anni 2000. 

Ezequiel Lavezzi Napoli
Ezequiel Lavezzi (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ezequiel Lavezzi è pronto a ritornare protagonista nel calcio che conta come commentatore per Amazon, che vanta in esclusiva alcune partite della Champions League e non solo. La candidatura dell’ex giocatore del Napoli è stato un tuffo nel passato per i tifosi azzurri, pronti a rivederlo e a riabbracciarlo con piacere dopo anni di assenza.

Lavezzi ha fatto la storia della ricostruzione del Napoli, al quale è legata anche la prima Coppa Italia della stagione De Laurentiis. L’argentino ha poi vinto molto con l’Argentina e con il Psg, diventando un giocatore importante anche a livello internazionale.

LEGGI ANCHE >>> Cessione Luis Alberto, clamoroso trasferimento in Serie A: 30 milioni

Ezequiel Lavezzi apre al Napoli: che ritorno!

Ezequiel Lavezzi Napoli
Ezequiel Lavezzi (Ansa)

Tuttavia, a ‘Fanpage’ ha rilasciato delle dichiarazioni che faranno molto piacere ai tifosi del Napoli: ”Napoli ha un posto speciale nel mio cuore, 5 anni intensissimi sotto ogni punto di vista. Conservo ancora diversi contatti con i giocatori di quel periodo, ci sentiamo ancora oggi. Tornare da dirigente? Perché no… Sarebbe una bella idea se dovessero propormela. Ipotesi Inter? C’è stato un momento in cui potevo andare ma ho preferito non ‘tradire’ il Napoli.” 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, Dybala è UFFICIALE: il comunicato e la foto

”Perché il PSG non riesce a vincere la Champions? Non è facile, stiamo parlando di una competizione dove si sfidano tante ottime squadre con tanti giocatori fortissimi. Ci vuole fortuna oltre alla bravura. Il declino delle squadre italiane? Per me è legato alle potenzialità economiche, questo ha reso la Premier League il miglior campionato al mondo. Se non hai i soldi per incentivare i giocatori diventa tutto più difficile” ha concluso.