L’allenamento di Origi: come allenare le gambe in due semplici esercizi

L’allenamento di Origi: come allenare le gambe in due semplici esercizi. Il neo attaccante del Milan ci svela i suoi segreti. 

Divock Origi Milan
Divock Origi (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Divock Origi è il nuovo centravanti del Milan ormai da 8 giorni, ossia dal giorno dell’ufficialità come nuovo giocatore rossonero. Arrivato a parametro zero dal Liverpool, ha firmato fino al 2026 e si giocherà il posto con Olivier Giroud nella prima parte di stagione, ossia nel periodo in cui Ibrahimovic starà fuori per il grave infortunio al ginocchio.

L’attaccante sta attualmente recuperando da una lesione muscolare che gli sta impedendo di lavorare in gruppo agli ordini di Pioli; tuttavia, non c’è allarmismo sulle sue condizioni visto che sarà presto abile e arruolabile per cominciare ad integrarsi pienamente negli schemi di Pioli.

LEGGI ANCHE >>> Allenare l’addome, perché è importante: i benefici

L’allenamento di Origi: come allenare le gambe

Divock Origi
Divock Origi (Ansa)

Recentemente, ‘La Gazzetta dello Sport’ è andata a scovare qualche dettaglio in più sui suoi allenamenti personalizzati: si è scoperto che utilizza principalmente due esercizi per rafforzare le gambe. Lo squat è uno di questi, facendo dei movimenti mirati con dei carichi utili al rafforzamento del quadricipite ma non solo: ne beneficeranno anche cosce e glutei oltre agli addominali se fatto in un determinato modo: gambe all’altezza delle spalle, petto in fuori, si piegano le ginocchia mentre si esegue il movimento per sedersi, sempre tenendo in considerazione la schiena dritta e gli addominali in contrazione.

L’affondo, invece, serve a tonificare la coscia e il grande gluteo in primis, più una serie di altri muscoli che come il bicipite femorale e l’adduttore che sono importanti e fondamentali per tutta la struttura degli arti inferiori. Si esegue svolgendo un passo lungo in avanti con il ginocchio posteriore che deve flettere fino ad avvicinarsi al suolo; la schiena e il busto devono essere dritti e si ritorna in posizione per ripeterlo a gambe invertite. In tutto questo, il movimento deve essere lento e non si deve sforzare troppo l’articolazione per non incorrere in rischi infortuni.

LEGGI ANCHE >>> Fare Yoga per migliorare le prestazioni sessuali: gli esercizi utili