Marotta esclude Dybala, “In attacco siamo a posto”

Giuseppe Marotta non ci ha girato intorno, le sue parole lasciano intendere che per l’Inter il mercato in attacco è chiuso, Dybala guarda all’estero

Dybala Inter
Giuseppe Marotta (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il calciomercato dell’Inter è già degno di nota dopo il colpo di coda che ha riportato Romalu Lukaku a Milano, i suoi tifosi tuttavia stavano sognando veramente in grande immaginando un tridente d’attacco tra i più forti d’Europa quale sarebbe stato quello formato da Lautaro, Lukaku e Dybala. Le parole di Marotta però suonano come una brusca frenata, difficile chiedere di più in questo momento, la speranza però è ancora aperta ma bisognerà vedere se la “Joya” sarà disposta ad attendere da ruota di scorta.

Marotta categorico “Settore offensivo a posto, resta l’affetto nei confronti di Dybala”

Dybala Inter
Paulo Dybala (Ansa)

Parole che di certo non consolano i tanti tifosi Interisti che sognavano l’approdo di Dybala a Milano, le parole di Marotta sono state chiare, tuttavia occhio alla strategia che si nasconde dietro, l’affare Dybala fa gola a molti ma sono le richieste dell’argentino ad impaurire le società, che sia un modo per far abbassare le pretese?

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Lazio, perché non arriva Romagnoli? Tifosi infuriati

Al momento in casa Inter l’attacco è realmente al completo, soprattutto finche resteranno in rosa due senatori come Dzeko e Sanchez che peseranno ancora un anno ed in maniera non indifferente sul bilancio, l’impressione è che la pista Dybala non sia completamente chiusa ma a sbloccarlo potrebbero intervenire solo le due difficili cessioni.

Potrebbe interessarti anche >>> Che fine ha fatto Dybala? Ma non era il desiderio di mezza Europa?

E’ cosi che la volontà dell’argentino di restare in Italia si scontrerà inevitabilmente con il mercato meno dispendioso che la Serie A promuove in questo periodo, per ottenere gli oneri richiesti la “Joya” dovrà guardare all’estero o abbassare le sue richieste, fuori dall’Italia il sogno resta il Barca e non è detto che l’offerta non arriverà.