Riparte il campionato Ucraino, la guerra non fermerà lo sport

Il 20 Agosto ripartirà il campionato di calcio in Ucraina, al di là delle sorti del conflitto gli atleti riprenderanno i ritiri già da luglio

Campionato Ucraina
Barcellona e Napoli uniti contro la guerra (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Era difficile immaginare che sarebbe arrivata una notizia del genere, soprattutto visto che le ostilità tra Russia e Ucraina non sembrano al momento ancora decise a terminare, la notizia tuttavia è appena stata data dal presidente della Lega Calcio Ucraina Andriy Pavelko, il campionato deve riprendere e lo farà al di là della condizione interna del paese.

Ucraina ancora in guerra, questo non fermerà il campionato, al via dal prossimo 20 Agosto

Campionato Ucraina
Uniti per l’Ucraina (Foto Instagram)

Lo stop era arrivato lo sorso 24 febbraio a causa dell’inizio dei conflitti che hanno colpito la nazionale Ucraina, campionato fermo senza nessun vincitore decretato con lo Shakhtar di Roberto De Zerbi che comandava la classifica, ad oggi le ostilità non sono ancora terminate ma è arrivata la notizia che il campionato riprenderà.

Potrebbe interessarti anche >>> Fabian Ruiz alla porta, De Laurentis gli ha promesso un anno in tribuna

I giocatori torneranno nelle proprie squadre già dalla prima metà di luglio per cominciare a preparare la stagione, a comunicarlo è stato il presidente della Lega calcio Ucraina Andriy Pavelko, “Il calcio è un mezzo importante per distrarre le persone dal conflitto, ho parlato con il Presidente Zelensky e con i vertici FIFA e UEFA e siamo tutti in accordo sul fatto che il calcio debba riprendere.

Potrebbe interessarti anche >>>Zaniolo-Roma, prima fumata nera nell’;incontro per il rinnovo

Adesso la questione sarà sul dove giocare le partite, ovviamente non tutti i luoghi sono sicuri e quindi il campionato si disputerà probabilmente tra il Nord del paese e la Polonia, sarà un’incognita anche la presenza dei giocatori stranieri che, in caso il conflitto sia ancora acceso, potrebbero decidere di non ritornare in squadra per unirsi agli allenamenti.