Bufera Napoli, dopo Koulibaly anche Fabian Ruiz non rinnova

Rischia di entrare in un loop senza uscita il Napoli, le parole di Fabian Ruiz non promettono bene, patrimonio a rischio per De Laurentis

Ruiz
Aurelio De Laurentis (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In casa Napoli inaspettatamente tira aria di bufera, nessuno lo avrebbe immaginato dopo l’ottima stagione della squadra e con il tecnico Luciano Spalletti che nel secondo anno è proiettato sicuramente a fare ancora meglio, tuttavia il futuro internamente non è visto in maniera cosi rosea da alcuni pilastri che per quanto riguarda la permanenza a Napoli non sciolgono le riserve e non lasciano trapelare ottimismo.

Fabian Ruiz rifiuta il rinnovo, sarà una stagione da futuro svincolato?

Ruiz
Fabian Ruiz (Ansa)

Come riportato dal Corriere dello Sport il centrocampista del Napoli avrebbe rifiutato di rinnovare il suo contratto per il momento, la questione comincia a farsi delicata perché lo spagnolo andrà in scadenza nel prossimo anno e le sue dichiarazioni hanno da sempre fatto intendere che il suo gradimento sarebbe per un ritorno in patria.

Potrebbe interessarti anche >>> Lotito fa infuriare i suoi, “Sono meglio i tifosi romanisti!”

Per il patron del Napoli Aurelio De Laurentis tuttavia l’ipotesi di perdere il ragazzo a zero non è accettabile, su trasfermarket il valore del suo cartellino è stimato intorno ai 55 milioni di euro, una cifra che a Castel Volturno non vogliono assolutamente lasciare per strada.

Potrebbe interessarti anche >>> Italia al Mondiale, il ripescaggio si fa concreto, venerdì la decisione della FIFA

Quindi senza rinnovo Ruiz si può considerare da subito sul mercato cosi come Koulibaly, certo è che i due giocatori sono titolari di peso che farebbero sentire sicuramente la loro assenza. Siamo solo agli inizi di giugno e molti dei chiamati in causa al momento stanno prendendo tempo e sfruttando le vacanze per riflettere, per trarre conclusioni più precise quindi sicuramente ci sarà da aspettare ancora un paio di settimane.