Vice Vlahovic, la dirigenza vuole un big: 6 nomi in pole se parte Morata

Vice Vlahovic, la dirigenza vuole un big: 6 nomi in pole se parte Morata. Le ultimissime per l’attacco: Allegri vuole un altro centravanti. 

Alvaro Morata vice Vlahovic
Alvaro Morata (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La Juventus deve prendere un vice Vlahovic per la prossima stagione se non rimarrà Alvaro Morata. Il bomber spagnolo è di proprietà dell’Atletico Madrid che sta aspettando i 35 milioni di euro del riscatto definitivo per lasciarlo a Torino; in caso contrario, resterà in Spagna in attesa di una nuova collocazione all’estero. I bianconeri non hanno nessuna intenzione di spendere tale cifra e intendono proporre uno scambio con Kean, altro giocatore che sarà riscattato per essere nuovamente ceduto.

Tuttavia, da Madrid fanno sapere che questo scambio non sembra rientrare nelle grazie di Simeone, desideroso di avere un altro tipo di centravanti. Qualora la situazione Morata non dovesse sbloccarsi, emergono altri 6 profili che possono fare al caso di Allegri come alter ego del serbo, preso per 70 milioni di euro dalla Fiorentina.

LEGGI ANCHE >>> Cessione Cuadrado, decisione Juventus: sostituto in Serie A

Vice Vlahovic, la dirigenza vuole un big: 6 nomi in pole se parte Morata

Max Allegri vice Vlahovic
Max Allegri (Ansa)

Secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, la Juventus avrebbe già mosso dei passi in avanti per Muriel dell’Atalanta, Simeone del Verona (ma di proprietà del Cagliari) ed Arnautovic del Bologna. Questi 3 profili sono interessanti e funzionali per diversi motivi, con l’ex Inter e il colombiano che appaiono dei nomi caldi ed apprezzati anche dai tifosi.

Tuttavia, emergono altre 3 piste che possono fare al caso della Juventus anche per quanto riguarda le condizioni economiche: Jovic del Real Madrid, Piatek della Fiorentina (ma di proprietà dell’Herta Berlino) e Milik del Marsiglia sono altri profili che darebbero una grossa mano alla causa bianconera.

LEGGI ANCHE >>> Gnonto Serie A, l’Italia scopre l’ex Inter: due big ci provano