Metabolismo energetico, cos’è e come funziona: tutte le informazioni utili

Metabolismo energetico, cos’è e come funziona: tutte le informazioni utili. Vediamo insieme alcune dinamiche del nostro organismo. 

Cibo metro
Cibo (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come riporta ‘mypersonaltrainer’, vediamo cosa si intende per metabolismo energetico e come funziona. Si parla della relazione tra il carico dell’allenamento e i grassi bruciati dell’attività aerobica ed anaerobica, dunque delle varie trasformazioni dei nutrienti che ci danno energia e che saranno trasformati in nuovi elementi secondo i vari processi che accadono nel nostro corpo durante le nostre sessioni di allenamento.

Sostanzialmente, i processi che avvengono nel nostro corpo dipendono da diversi fattori come intensità, volume, frequenza, stato fisico di partenza e alimentazione, cause che determineranno le inevitabili conseguenze che miglioreranno il nostro corpo. L’energia sfruttata dal nostro corpo è sostanzialmente presa dai lipidi, che bruceranno man mano che il nostro organismo sarà sottoposto allo stress dell’allenamento.

Il metabolismo si concentra a livelli elevati soprattutto dopo 20′-30′ dall’inizio dell’esercizio fisico, bruciando grandi quantità di energia e dunque di calorie, le stesse che poi determineranno la diminuzione del peso.

LEGGI ANCHE >>> Allenare l’addome, perché è importante: i benefici

Metabolismo energetico, cos’è e come funziona

Metabolismo scritte
Metabolismo scritte (Pixabay)

 

Fondamentalmente, per dare energia al nostro corpo sono chiamati agli straordinari gli acidi grassi ematici e solo successivamente gli acidi grassi dello strato adiposo, mentre il glicogeno è sfruttato solo in minima percentuale. Se l’intensità è bassa, sono gli acidi grassi ad essere particolarmente sfruttati, mentre se l’intensità è alta viene richiamato in soccorso anche il glucosio.

In sintesi, il metabolismo energetico basale sottintende la soglia minima di energia che serve al nostro corpo per i vari processi chimici utili a sostenere la vita di tutti i giorni e i meccanismi innescati dall’allenamento. Rappresenta il 70% del dispendio energetico totale del nostro corpo, mentre il metabolismo energetico totale sfrutta ulteriore energia soprattutto quando ci alleniamo, scatenando diverse fasi anche in situazioni di riposo.

In conclusione, il metabolismo energetico basale serve a dare l’energia necessaria per svolgere un’attività fisica moderata, mentre per un’attività particolarmente intensa si ricorre al metabolismo energetico totale.

LEGGI ANCHE >>> Fare Yoga per migliorare le prestazioni sessuali: gli esercizi utili