Sconfiggere il gonfiore della pancia con lo yoga: gli esercizi utili

Sconfiggere il gonfiore della pancia con lo yoga: gli esercizi utili. Vediamo come fare per combattere il fastidioso problema che affligge molte persone. 

Yoga mare
Yoga mare (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Lo yoga, si sa, è una pratica di meditazione che ha enormi benefici sul corpo e sulla mente. Tuttavia, come sostiene ‘Melarossa’, aiuta anche per sgonfiare la pancia, magari dovuta allo stress e alle cattive abitudini alimentari. Per contrastare questo fenomeno, oltre a ricorrere ad una sana dieta, si possono applicare alcune esercitazioni yoga che possono essere molto utili per la digestione.

Ad esempio, il Kapalabathi o respirazione del fuoco è utile a questo scopo: seduta a terra con le ginocchia incrociate e la schiena dritta, la respirazione gioca un ruolo fondamentale quando si gonfia la pancia ispirando e quando si porta la pancia in dentro espirando.

L’Uddiyana bandha, invece, si pratica in piedi e con il busto sorretto dalle braccia appoggiate alle gambe: si eseguono delle respirazioni di 10 secondi in cui si porta la pancia in dentro e si espira svuotando i polmoni. Da ripetere per 5-6 volte.

In entrambi i casi, il sito riferisce che queste pratiche sono sconsigliate per chi soffre di problemi cardiaci.

LEGGI ANCHE >>> Corsa in salita sul tapis roulant: perché è allenante, i consigli

Sconfiggere il gonfiore della pancia con lo yoga

Yoga
Yoga (Pixabay)

Il Bhujangasana assume una postura particolare in cui le nostre gambe sono distese a terra e la nostra schiena è inarcata in alto e all’indietro: mani all’altezza delle spalle, espirando si solleva il busto e lo si apre, mentre quando si inspira si ritorna alla posizione originale.

Il Salhabasana assume una posizione per certi versi contraria al Bhujangasana: disteso a pancia in giù ma con le gambe in alto mentre si espira, si mantiene la posizione per 5 atti respiratori

Il Balsana, invece, assume una posizione di una particolare tecnica di stretching, in cui il busto è piegato sulle ginocchia e le braccia vengono allungate sino al pavimento per stirare al meglio la schiena. Le stesse braccia vengono allungate mentre si espira e si mantiene la posizione per 30 secondi.

Infine, il Viparita karani è una postura in cui la schiena rimane a contatto con il pavimento ma le gambe vengono sollevate in aria e a 90° mentre si espira: in quel momento si appoggiano le mani alla schiena e si ripete questa pratica per circa 5 minuti.

Come abbiamo descritto, queste pratiche dovrebbero aiutarvi a risolvere il problema del gonfiore, al quale è particolarmente associato il regime alimentare adottato. Se riuscireste a migliorare questa condizione con una dieta sana ed equilibrata, unendo anche queste tecniche, rimarrà solo un vago ricordo.

LEGGI ANCHE >>> Gambe e glutei, gli esercizi utili per allenarli al meglio