L’Inter che verrà: 3 big assoluti per la Champions, capolavoro Marotta

L’Inter che verrà: 3 big assoluti per la Champions, capolavoro Marotta. L’a.d. sta per concludere tre affari veramente clamorosi. 

Beppe Marotta
Beppe Marotta (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

L’Inter sta per iniziare una campagna estiva davvero notevole. Due parametri zeri e un prestito gratuito: è questa la strategia di Marotta per chiudere tre operazioni da Champions League. Il primo nome sulla lista è ovviamente Paulo Dybala: l’a.d. ci sta lavorando da mesi e il si è sempre più concreto. Prima di affondare il colpo, l’Inter deve vendere Alexis Sanchez che spaventa tutte le pretendenti: lo stipendio da 7,5 mln annui è un deterrente non di poco conto, non si esclude che possa essere fatto un sacrificio che prende il nome di buonuscita danarosa per chiudere il prima possibile l’affare Dybala. L’argentino firmerà un quadriennale da 6 milioni più bonus, almeno secondo ‘La Gazzetta dello Sport’.

Ma non è tutto: pare infatti che i nerazzurri abbiano chiuso anche per il jolly della Roma Henrik Mkhitaryan. In serata è arrivata la notizia che l’armeno non farà parte del nuovo corso della Roma: offerta rifiutata, dunque il giocatore ha praticamente ammesso di aver accettato l’offerta nerazzurra. Decisiva la partecipazione alla Champions League, condizione alla quale il trequartista non ha saputo dire di no. L’ex United firmerà un contratto biennale da 3,5 milioni annui e rappresenta una validissima alternativa (e che alternativa) per il centrocampo e l’attacco.

LEGGI ANCHE >>> Isco Serie A, opportunità per le big a costo zero: ritorno di fiamma

L’Inter che verrà: arrivano 3 big

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi (Ansa)

Il tris porta il nome di Romelu Lukaku. Come riferisce ‘Il Corriere’, il belga sta smuovendo mari e monti per ritornare a Milano a condizioni economiche vantaggiose. Lukaku sembra seriamente intenzionato a fare di tutto per convincere il Chelsea a lasciarlo andare in prestito gratuito, formula particolarmente gradita all’Inter che non vuole spendere per questioni di bilancio: senza un’adeguata cessione danarosa, l’Inter non può permettersi spese di un certo tipo, anche se su questo fronte arrivano novità allarmanti ma positive allo stesso tempo…

Difatti, nessuno vuole lasciare l’Inter. Alessandro Bastoni ha detto no al Tottenham, Lautaro al Barcellona e Barella non prende nemmeno in considerazione l’idea di andarsene, così come Skriniar. Il ‘Corriere dello Sport’ rivela che i big non vogliono lasciare Milano ma la stessa società deve necessariamente arrivare ad un compromesso per ragioni di bilancio; pare, infatti, che gli esuberi (alcuni anche a malincuore) non siano in grado di portare quei 60-80 milioni entro il 30 giugno. Staremo a vedere.

LEGGI ANCHE >>> Tolisso Serie A, arriva a costo zero: corsa a due per la Champions