Quanto camminare al giorno: i benefici e le considerazioni generali

Quanto camminare al giorno: i benefici e le considerazioni generali. Vediamo insieme tutte le informazioni utili su questa attività.

Camminata veloce
Camminata veloce (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La camminata è una delle pratiche più semplici da sfruttare e da gestire. Ci aiuterà ad accelerare il metabolismo e a cominciare a dimagrire, seppur più lentamente rispetto alla corsa. Il segreto è quello di iniziare gradualmente e aumentare i carichi di lavoro dando continuità alla pratica.

Per cercare di ottenere dei risultati mirati, dovremmo cercare di percorrere 1 km per circa 10′, ma la velocità deve essere funzionale alla condizione fisica iniziale dell’individuo, dunque è possibile che i tempo possano accorciarsi o allungarsi a seconda dei vari fattori che influiscono sul vostro corpo. Se dovessimo riuscire a svolgere almeno 40 minuti di camminata per 4 volte la settimana, riusciremmo a bruciare un’enorme quantità di calorie, circa 300 per ogni sessione completa.

La scelta dei percorsi è importante per ottenere risultati: un suolo piano ci agevola per la pratica, ma se dovessimo trovare delle salite bruceremmo più calorie. Questa scelta, però, è influenzata dalle articolazioni e dalla resistenza allo sforzo che ognuno di noi possiede.

La camminata aiuta ad allontanare lo stress, ansia e tensione, soprattutto se si pratica all’aria aperta e con una bella giornata di sole, utile a migliorare sensibilmente il nostro umore.

LEGGI ANCHE >>> Da che cosa dipende la forma fisica: le capacità condizionali da sviluppare

Quanto camminare al giorno: i benefici

Camminata
Camminata (Pixabay)

La camminata, inoltre, riduce i rischi di malattie cardiovascolari, a patto che venga svolta con una certa intensità e regolarità: non basta la quantità e serve dare qualità alla pratica stessa. L’obiettivo dei 10.000 passi è senza dubbio un passo in più verso il dimagrimento, pratica utile per chi non ha voglia di comprare nuovi vestiti in attesa di ritornare in forma.

I benefici per la salute sono tanti ma occorre dargli la giusta continuità e il giusto peso: i sacrifici a tavola devono diventare la regola, così come l’alcol e il fumo che sono particolarmente nocivi per la salute se assunti in dose massiccia (il fumo fa male a prescindere, come tutti sappiamo bene).

Pertanto, se vogliamo ritornare belli tonici, dovremo cercare di migliorare il nostro status e provare a sforzarci di più: soprattutto con la bella stagione, uscire a camminare deve diventare un obbligo che ci aiuterà a stare sempre meglio. Le ore migliori sono senza dubbio verso sera, magari dopo le 19, quando la calura è in diminuzione e c’è la possibilità di stare un tempo considerevole sul percorso scelto.

LEGGI ANCHE >>> Forma fisica, in quanto tempo si può perdere: le info utili