Come scegliere le scarpe per la corsa: info e consigli utili

Come scegliere le scarpe per la corsa: info e consigli utili. Una semplice guida per semplificare le vostre scelte per andare a correre, vediamo insieme quali sono. 

Corsa scarpe
Corsa (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La corsa è una delle attività più ricorrenti per gli sportivi in generale. Chi ha intenzione di dimagrire si rivolge spesso a questa pratica, funzionale e allenante anche per sviluppare al meglio le capacità condizionali. Definita anche ‘running’, la corsa è senza dubbio il miglior metodo cardio per cercare di smaltire velocemente il grasso in eccesso.

Tuttavia, ci sono delle accortezze fondamentali da tenere in considerazione: in primis, la scelta delle calzature, fondamentali per cercare di evitare dei possibili infortuni. Come riferisce ‘lbmsport’, l’ammortizzazione, l’appoggio del piede e il terreno sono considerazioni importanti da fare per acquistare le scarpe migliori e adatte allo scopo.

Ovviamente non stiamo parlando di calzature altamente specializzate e professionali come quelle usate dai campioni di atletica, ma è importante sapere e conoscere questi dettagli che possono fare la differenza soprattutto per gli amatoriali, magari per persone che da anni non praticano sport e potrebbero incorrere in diverse difficoltà iniziali.

LEGGI ANCHE >>> Corsa, la settimana tipo e le informazioni utili: i consigli da seguire

Come scegliere le scarpe per la corsa

Corsa scarpe
Corsa (Pixabay)

L’ammortizzazione della scarpa è una delle prime cose da tenere in considerazione. Per ammortizzazione intendiamo la capacità di attutire il peso sul piede al momento dell’impatto sul terreno. Come riferisce il sito, più la scarpa e la suola saranno leggere, minore sarà l’ammortizzazione e viceversa.

L’appoggio del piede può essere definito in tre modi: neutro, pronatore e supinatore. L’appoggio in maniera neutra è la modalità naturale del nostro corpo, con un corretto impatto sulla superficie a differenza degli altri due modi: in pronazione il piede vira verso l’interno, nella supinazione verso l’esterno. Una volta capito come appoggiare il piede, dovrete scegliere la scarpa in funzione della vostra peculiarità.

La scelta della scarpa è influenzata anche dall’età e ovviamente dalla misura: è meglio avere il giusto spazio tra la scarpa in sé e l’intera forma del piede, non troppo stretta ma nemmeno troppo larga, così da permettere una comoda e perfetta calzatura durante la corsa.

Il terreno è un altro aspetto rilevante: asfalto, pista di atletica, sterrato, erba sintetica-naturale o tapis roulant farà la differenza. In funzione di ciò, occorrerà una scarpa più funzionale per il vostro lavoro, tenendo in considerazione che sull’asfalto o sul terreno in erba naturale o sterrato si presenteranno delle irregolarità che possono complicare la corsa continua e in linea retta.

LEGGI ANCHE >>> Corsa sulla spiaggia, pro e contro: tutti i consigli utili