Rimpianto Juventus: tripletta da sogno, il gioiello ribelle è tornato VIDEO

Rimpianto Juventus: tripletta da sogno, il gioiello ribelle è tornato. Una promessa torna a far parlare di sé dopo la clamorosa decisione. 

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Rimpianto Juventus Mohamed Ihattaren
Mohamed Ihattaren (Ansa)

Quando nessuno se l’aspettava, la meteora della stagione 2021-2022 della Serie A torna improvvisamente a parlare di sé. Quando sembrava ormai segnato il suo destino, il classe 2002 è resuscitato sorprendendo tutti con una performance di un certo spessore.

Si tratta di Mohammed Ihattaren, esterno olandese ex Psv Eindhoven che in estate era stato acquistato dalla Juventus, poi girato in prestito alla Sampdoria. A gennaio ha firmato un contratto annuale con l’Ajax, dove è tornato a giocare dopo mesi di latitanza da allenamenti e partite.

LEGGI ANCHE >>> Clamorosa lite in Serie A: rissa sfiorata al fischio finale

Rimpianto Juventus: tripletta da sogno, il gioiello ribelle è tornato

Come si può vedere nel video postato su Twitter, il giocatore è tornato protagonista nella Serie B olandese con la seconda squadra dei lancieri, siglando una tripletta nel 6-1 totale inflitto al Venlo. 10′ per ricordarsi di essere stato un calciatore con delle potenzialità importanti: Ihattaren si è mostrato ancora in grado di fare la differenza seppur il passo e la verve siano quello di un calciatore ormai verso la pensione…

L’olandese aveva fatto particolarmente discutere nei primi mesi della stagione: arrivato come potenziale craque, la Sampdoria non l’ha mai avuto a disposizione e ad ottobre ha deciso di tornare in Olanda senza far ritorno a Genova, un danno non di poco conto per la società blucerchiata che contava molto sulla sua crescita. Anche la Juventus è rimasta sbigottita dal comportamento del giocatore, che dopo mesi e mesi di assenza sui campi sta provando a rilanciarsi in un contesto decisamente ben al di sotto delle sue qualità.

LEGGI ANCHE >>> Furiosa lite Acerbi-Marusic: il difensore nella bufera, cos’è successo