Ciclismo, rivelazione shock di Wiggins: “Molestato a 13 anni”

Rivelazione shock da parte del campione del ciclismo Bradley Wiggins: l’oro olimpico ha dichiarato di essere stato molestato a 13 anni. 

Bradley Wiggins molestia
Bradley Wiggins (Ansa)

Bradley Wiggins è uno dei campioni più noti e ammirati del mondo del ciclismo. Il classe 1980 ha dato più volte prova, nel corso della sua carriera, del suo immenso talento. La vittoria al Tour de France nel 2012 è solo uno dei tanti trionfi raggiunti nel corso degli anni dall’ormai ex ciclista. Altri importantissimi riconoscimenti sono gli incredibili risultati raggiunti alle Olimpiadi. Nei Giochi Olimpici di Londra 2012 è arrivato l’oro nella cronometro, con il gradino più alto del podio raggiunto in ben altre quattro occasioni nell’inseguimento: uno ad Atene 2004, due a Pechino 2008, e un altro a Rio de Janeiro 2016. Oltre a tutto questo, sono da contare, tra le altre cose, anche ben sei titoli mondiali. Basterebbe questo a rendere l’idea della grandezza di questo straordinario fuoriclasse, che nelle ultime ore ha rilasciato delle dichiarazioni scioccanti riguardanti il suo passato.

Wiggins, le sue dichiarazioni: “Molestato da un mio allenatore a 13 anni”

Bradley Wiggins molestia
Bradley Wiggins (Ansa)

Ritiratosi ormai da alcuni anni, precisamente nel 2016, Wiggins ha parlato del suo passato, non mancando di rivelare alcuni retroscena shock sulla sua vita personale e privata. L’ex campione britannico, protagonista come detto nella sua carriera di diversi successi prestigiosi divisi in egual modo tra Mondiali e Olimpiadi, ha parlato di quanto accadutogli in adolescenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus: anche la big di Premier League sul difensore

Tramite queste rivelazioni, fatte dal diretto interessato in un’intervista esclusiva a Men’s Health UK, Wiggins ha parlato sia del suo rapporto con un suo vecchio allenatore negli anni dell’adolescenza che di quello con il patrigno in quelli dell’infanzia, sconvolgendo l’intero mondo dello sport. L’ex ciclista ha infatti svelato di aver ricevuto delle molestie da parte del primo, di cui però non viene mai fatto il nome, e di aver avuto un rapporto a dir poco difficile anche con il secondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Wanda Nara e la guardia del corpo: svelata la chat segreta

Queste le parole di Wiggins: “Un coach mi ha molestato quando avevo circa 13 anni. È una cosa che non sono mai riuscito ad accettare. È stato un episodio che ha sempre avuto un grandissimo impatto su di me anche in età adulta. Per quanto riguarda il mio patrigno, con lui ho sempre avuto un rapporto molto complicato. Mi chiamava addirittura f…o. Tutto questo mi ha reso molto introverso. Credo che la bicicletta sia stata una risposta a tutte queste difficoltà che mi sono trovato ad affrontare“.