Esonero Giampaolo: ha le ore contate, Verona decisiva. Il possibile sostituto

Esonero e sostituto: Giampaolo ha le ore contate, Verona decisiva. Il tecnico è fortemente in bilico: la società pronta a rivedere la sua scelta. 

Esonero Marco Giampaolo sostituto
Marco Giampaolo (Ansa)

La clamorosa sconfitta contro la Salernitana è un campanello d’allarme di una certa rilevanza in casa Sampdoria. Il ritorno di Giampaolo a Genova non è stato particolarmente brillante nonostante qualche vittoria all’inizio del suo mandato: i numeri parlano chiaro e riferiscono che su 11 partite ha vinto solo 3 volte e maturato 8 sconfitte, un flop clamoroso per uno dei tecnici considerato tra i migliori tra gli addetti ai lavori.

I tifosi vogliono la sua testa ma al momento la società sembra orientata a dargli fiducia, su quali basi non si sa: le prestazioni sottotono, la mancata verve e un atteggiamento remissivo sono input che non possono non essere tenuti in considerazione. Ad oggi la classifica dice che i 29 punti conquistati sono utili per la permanenza in Serie A, ma potrebbero non bastare da qui al 22 maggio, data dell’ultima di campionato; serve un’inversione di tendenza che, con questo tecnico, non arriva mai.

LEGGI ANCHE >>> Esonero Allegri, rottura con la Juventus: lo manda via Nedved

Esonero e sostituto: Giampaolo ha le ore contate

Esonero Marco Giampaolo sostituto
Marco Giampaolo (Ansa)

La posizione di Giampaolo resta in bilico e c’è apprensione nell’ambiente per quanto sta accadendo in queste ultime settimane. La società ha deciso di andare avanti così ma le valutazioni continuano tra le alte sfere societarie, anche se più passa il tempo, meno c’è la possibilità di affidare la panchina ad un altro tecnico.

La stessa società, tra l’altro, molto difficilmente troverebbe un altro allenatore disposto a prendere una squadra che sembra l’ombra di sé stessa a così poche giornate dal termine. L’unico che potrebbe prendere il suo posto è Roberto D’Aversa, a sua volta esonerato proprio per Giampaolo. Con l’ex tecnico del Parma la squadra aveva un altro atteggiamento in campo e alcuni uomini chiave, tra cui Candreva, erano ancora in palla e decisivi per puntare all’obiettivo. Se la prossima gara contro il Verona non darà le giuste garanzie tecniche, dunque la vittoria scacciacrisi, non è assolutamente errato pensare che l’esonero possa concretizzarsi immediatamente.

LEGGI ANCHE >>> Esonero Allegri, esplode #AllegriOut tra i social: addio a fine stagione