Golf: Augusta Masters, Scheffler domina, male gli Italiani

Va a Scottie Scheffler la Green Jacket dell’ Augusta Masters 2022, dominio incontrastato, male gli italiani e la guest star Tiger Woods

Augusta Masters
Scottie Scheffler (Foto Instagram)

Il numero 1 del mondo conquista la Green Jacket, facendo suo il Masters 2022 all’Augusta National Golf Club, il torneo di apertura della stagione di golf questa volta non ha avuto colpi di scena, il pluricampione ha fatto suo l’evento fin da subito e nell’ultima giornata è bastano un -1 per gestire in controllo gli avversari fino alla fine e portare a casa la giacchetta verde. Male gli Italiani che non sono arrivati nemmeno al weekend, sfortunati nella partenza pomeridiana in cui si è alzato un forte vento traverso che ha complicato ancora di più la situazione, male anche la star dell’evento Tiger Woods che torna sul camp dopo il grave incidente automobilistico e le diverse operazioni alla gamba ma non incide nel torneo.

Trionfo per Scottie Scheffler all’Augusta Masters, si conferma ancora lui il campione indiscusso dello sport

Augusta Masters
Tiger Woods (Ansa)

-10 (69 67 71 71) lo score complessivo di Scottie Scheffler, l’Americano è il quinto giocatore a vincere da numero 1 il torneo, non benissimo comunque nell’ultima giornata è bastata però la gestione dei risultati precedentemente guadagnati per portare a casa il torneo di apertura della stagione del Golf.

Potrebbe interessarti anche >>> Sabatini al vetriolo: “A Roma parti perdente, arbitri con personalità blanda”

La notizia se vogliamo diventa la prestazione di Rory Mcllroy, il nordirlandese parte a +1 ad inizio giornata per poi dimostrare di avere nelle corde colpi difficili da fare per tutti gli altri comuni mortali, nella giornata un Eagle alla 13 ed una buca diretta alla 18 che fa impazzire il pubblico e porta il campione a chiudere a -7 ed a diventare ancora una volta il n°7 al mondo.

Potrebbe interessarti anche >>> Guai in vista per il Barcellona, Pjanic torna dal Besiktas

Gli occhi erano quasi tutti puntati però sul ritorno di una legenda del Golf, Tiger Woods dimostra caparbietà tornando ancora sui campi dopo il brutto incidente, tuttavia nel primo torneo l’americano non trova i colpi giusti chiudendo a +13 ed in 47esima posizione, non possiamo che fare un grande in bocca al lupo al campione per la stagione che, con coraggio, ha comunque sfidato i propri limiti e battuto i suoi demoni tornando sul prato che lo ha reso una legenda di questo sport.