Guai in vista per il Barcellona, Pjanic torna dal Besiktas

Un bel grattacapo è pronto per il club Blaugrana, Miralem Pjanic non è più nei piani del Besiktas e tornerà in spagna in estate

Pjanic
Miralem Pjanic (Ansa)

La storia recente del Barcellona non è come quella di qualche anno fa, adesso il club catalano è ben attento alla questione finanziaria soprattutto quella legata ai stipendi dei giocatori, proprio questa attenzione alle uscite è stata il motivo dell’addio del giocatore simbolo della squadra Lionel Messi e anche quello della separazione da Miralem Pjanic se vogliamo, con la differenza che il bosniaco in Spagna non ha mai brillato come nella Juventus e si è aggiudicato addirittura l’etichetta di peggior acquisto degli ultimi anni della società.

Il Besiktas non continuerà con Miralem Pjanic, il bosniaco tornerà in Spagna a giugno

Pjanic
Miralem Pjanic (Ansa)

Parlare di odio reciproco forse è troppo ma è certo che l’amore tra i blaugrana e Pjanic non è mai esploso, anche il bosniaco non ha fatto mistero della sua voglia di non ritornare tra le fila dei catalani addirittura giudicando la scelta di abbandonare i Bianconeri per andare in Spagna come la peggiore della sua carriera. La notizia che non farà felice le parti però è arrivata dalla Turchia dove il quotidiano “As” riporta che il direttore sportivo delle “Aquile Nere” ha dichiarato come nonostante il giocatore sia un ottimo elemento l’intenzione sarà quella di non puntare su di lui per il futuro.

Potrebbe interessarti anche >>> Zaniolo è ancora un caso? Forse non lo è mai stato

La dichiarazione del Besiktas è un ulteriore grattacapo per il Barcellona, in Spagna pensavano che la permanenza di Pjanic in terra turca potesse durare di più, ma il suo ritorno in estate adesso è una questione da risolvere, bisognerà trovare una nuova sistemazione al giocatore altrimenti il pesante ingaggio ricadrà nuovamente sulla società catalana precludendo la firma di altri giocatori più utili al progetto.

Potrebbe interessarti anche >>> Serie A clamorosa! Due campionati diversi nel finale di stagione!

Di positivo c’è sicuramente che le due parti saranno d’accordo alla separazione e chissà se questo potrebbe portare ad una rescissione contrattuale consensuale, la cosa è certamente difficile a meno di una cospicua buona uscita visto che il bosniaco attualmente guadagna quasi 7 milioni di euro. L’appeal sul giocatore che si affaccia all’età di 33 anni non è certamente lo stesso di un tempo, però gli estimatori in Italia non mancherebbero e chissà che, visto il desiderio di calcare ancora i campi in campionati maggiori e le reciproche intenzioni di club e giocatore, non potremmo assistere in estate al ritorno in patria di uno dei giocatori più forti che per tanti anni il campionato italiano ha ospitato.