Mourinho: “La sconfitta è colpa del campo, al ritorno vinciamo noi”

Josè Mourinho ha meravigliato tutti con le dichiarazioni dopo la sconfitta subita in Norvegia, “Per il passaggio non sono preoccupato”

Josè Mourinho
Josè Mourinho (Ansa)

La Roma in stagione fa sempre il pieno allo stadio nonostante molti risultati stentano ad arrivare, e sicuramente gran parte dei meriti vanno al loro allenatore Josè Mourinho che ogni volta che apre bocca infonde nei tifosi una grande positività. L’ultima occasione mancata è proprio quella ieri sera contro il Bodo Glimt, la sconfitta era inaspettata soprattutto dopo un primo tempo chiuso in vantaggio dai giallorossi grazie al goal del loro capitano Lorenzo Pellegrini, complice anche la sfortuna negli episodi e sicuramente qualche disattenzione, ma cosi come dichiarato a fine gara dallo Special One il fattore predominante è stata la natura sintetica del campo di gioco.

Mourinho indispettito per il campo, nel dopo partita si espone molto sul ritorno in casa contro il Bodo

Josè Mourinho
Lorenzo Pellegrini (Ansa)

Sicuramente la trasferta norvegese è stata travagliata per i giallorossi, dalla palla di neve tirata a Josè Mourinho fino all’aggressione nel dopo gara avvenuta da parte dell’allenatore di casa nei confronti del preparatore atletico dei portieri Nuno Santos. Dopo la sconfitta tuttavia Mourinho si assume grandi responsabilità con le sue parole come d’altronde ha sempre fatto.

Potrebbe interessarti anche >>> Conference League, Bodo Glimt-Roma: l’incubo per Mourinho continua

Ai microfoni di Sky dopo la sconfitta in molti si sarebbero aspettati un Mourinho deluso, tutt’altro invece, il portoghese si è mostrato tranquillo lasciandosi anche andare a pronostici pesanti, queste le parole: “Non sono preoccupato per il passaggio dei quarti, l’unica preoccupazione è per l’infortunio di Mancini causato dal campo di plastica”.

Potrebbe interessarti anche >>> Pellegrini shock, “Siamo stati aggrediti dal loro allenatore”

L’allenatore ha sicuramente infuso con queste parole grande carica ai suoi giocatori, probabilmente era proprio questo il suo intento, e sembra esserci riuscito visto che anche Zalewsky e poi Pellegrini intervistati poco dopo hanno rafforzato le dichiarazioni del tecnico affermando che butteranno fuori il Bodo dalla competizione. Solo 7 giorni per vedere chi avrà ragione, i giallorossi questa volta non avranno scuse, si giocherà sul loro prato con 60 mila tifosi al seguito, quella che vedremo giovedì prossimo sarà una delle partite più sentite della stagione contro una squadra che non ha paura di affrontare a viso aperto avversari di gran lunga più forti.