C’è Bodo e Bodo, la Roma giovedì avrà un’altra faccia

Josè Mourinho sicuramente non ha dimenticato la pesante sconfitta di Bodo di Ottobre, adesso però porterà in campo una squadra totalmente diversa

Bodo Roma
Sorteggi Conference League (Ansa)

La metamorfosi della Roma di Mourinho da inizio stagione ad oggi è chiara, ma non sono gli ultimi risultati che faranno probabilmente la differenza a Bodo, rispetto alla partita di andata quel che cambierà saranno proprio gli interpreti, se vogliamo la sconfitta in Norvegia fù l’anno zero della Roma, molti dei giocatore di quel match non sono più in squadra e alcuni sono messi ai margini della rosa. Nella partita di giovedì solo Rui Patricio sarà in campo tra quelli che parteciparono alla pesante disfatta, c’è molta attesa per la partita che dovrà dimostrare che realmente qualcosa da inizio anno è cambiato.

Nuova Roma a Bodo, Mourinho questa volta non farà esperimenti

Bodo Roma
Esultanza tifosi Bodo Glimt (Ansa)

Le ultime 10 giornate con risultati utili lasciano ben sperare i tifosi romanisti, occhio però alle insidie di Bodo che sono sempre le stesse, temperatura ancora sotto lo zero e campo sintetico sono le maggiori, ma anche lo spirito di una squadra che ha già fatto male e tanto una volta e che quindi crederà nei propri mezzi per il bis.

Potrebbe interessarti anche >>> Proprio Spalletti lo lanciò a Roma, adesso è pronto a portarlo a Napoli

Di certo Mourinho non porterà gli stessi interpreti, dei partecipanti nella serata più nera della stagione romanista solo Rui Patricio sarà in campo giovedì, Villar, Mayoral e Reynolds dopo la bocciatura sono stati venduti nella prima sessione utile e per Diawara e non si è trovata una soluzione ma è stato messo anche lui ai margini della rosa.

Potrebbe interessarti anche >>> Cristante può restare a Roma, Mourinho lo blinda

Non sarà in campo Nicolò Zaniolo, il talento giallorosso risulta avere qualche problema al flessore, oppure la verità è che Mourinho voglia risparmiare alle non perfette articolazioni del giocatore le fatiche del campo sintetico, forse in vista di un finale di stagione impegnativo o forse semplicemente per non rischiare un tesoretto utile agli acquisti futuri, per il resto in campo i titolari di sempre, questa volta la Roma vuole chiuderla subito e scacciare definitivamente i fantasmi norvegesi.